L’appello della Croce Rossa: “Donazione sangue sia abitudine periodica”

Secondo la Cri, nonostane un milione e 700 mila volontari, alcune regioni registrano ancora una carenza costante di donazione di sangue
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Oggi è la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue: un’occasione importante per ribadire l’importanza di un gesto semplice, sicuro e che porta benefici a chi lo fa e a chi lo riceve. Voglio innanzitutto ringraziare il milione e 700mila donatori italiani, volontari e non remunerati, per il gesto generoso che compiono, contribuendo a salvare vite e a garantire la qualità, la sicurezza e la disponibilità di emocomponenti che consentono di curare e migliorare l’esistenza di migliaia di pazienti ogni anno”. Lo dichiara Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana.

“Ma, nonostante i tanti sforzi-aggiunge- ci sono regioni in Italia in cui la carenza è costante. Siamo in estate e sentiamo spesso parlare di ‘emergenza sangue’. Un problema concreto, visto che la partenza per le vacanze contribuisce a interrompere i consueti flussi di raccolta, un periodo nel quale anche le comunità più virtuose riscontrano serie difficoltà”.

“Questo- prosegue- deve portare l’attenzione sul fatto che la soluzione non è solo quella di ‘correre ai ripari’ con straordinarie campagne di comunicazione e appelli, comunque importanti, ma riuscire a diffondere una cultura della donazione anonima, consapevole, non remunerata e periodica. La donazione del sangue dovrebbe, infatti, diventare una buona abitudine a beneficio di se stessi, perché consente un monitoraggio del proprio stato di salute, e a favore della collettività. In questo, la Croce Rossa Italiana ha una lunga storia di promozione e di educazione alla salute”.

“Per la Giornata di quest’anno- conclude- abbiamo deciso di aderire alla campagna dell’OMS, insieme al Sistema Sangue italiano. Inoltre, i Giovani di Croce Rossa hanno organizzato la consueta Caccia al Tesoro su tutto il territorio nazionale (https://www.cri.it/cacciaaltesoro), con lo scopo di informare e sensibilizzare i ragazzi, attraverso l’attività ludica”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»