Clima, in Africa i baobab millenari stanno scomparendo

Lo studio 'Nature Plants': nove dei 13 baobab più vecchi d'Africa sono morti o hanno cominciato a morire negli ultimi 12 anni.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nove dei 13 baobab più vecchi d’Africa sono morti o hanno cominciato a morire negli ultimi 12 anni: lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista ‘Nature Plants‘, che ipotizza un collegamento del fenomeno ai cambiamenti climatici.

Secondo Adrian Patrut, ricercatore dell’università romena di Babes-Bolyai, uno degli autori dello studio, “nel corso della seconda metà del XIX secolo i grandi baobab dell’Africa australe hanno cominciato a morire ma da dieci o 15 anni la loro scomparsa è aumentata progressivamente a causa di temperature molto elevate e della siccità“.

Gli autori della ricerca hanno prelevato campioni di alberi in Zimbabwe, Sudafrica, Namibia, Mozambico, Botswana e Zambia. L’obiettivo era stabilirne l’età grazie all’esame della datazione al radiocarbonio, ma la ricerca avrebbe rivelato “un fenomeno senza precedenti”.

A morire negli ultimi anni sono stati anche tre baobab di fama internazionale: Panke, nello Zimbabwe, giunto quasi a festeggiare i 2450 anni; Platland, in Sudafrica, con un tronco di oltre dieci metri di diametro; Chapman, in Botswana, dove l’esploratore scozzese David Livingstone incise le proprie iniziali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»