NEWS:

VIDEO | ‘Obiettivo Acqua’, Francesco Vincenzi (Anbi): “Fondamentali per il Paese bacini d’acqua e invasi”

La quinta edizione del concorso è stata vinta da Pamela Doretti e da Franco Tulli

Pubblicato:14-05-2024 14:30
Ultimo aggiornamento:14-05-2024 14:30
Autore:

sorgente acqua cai
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Sono state premiate, oggi a Roma, le opere vincitrici del concorso fotografico nazionale ‘Obiettivo Acqua’, organizzato da Coldiretti, Anbi (Associazione Nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue) e Fondazione Univerde, per documentare il rapporto dell’uomo con l’acqua dolce, nonché i paesaggi da essa modellati.

Presenti all’evento, tra gli altri, Luca De Carlo, presidente commissione Agricoltura Senato, Ettore Prandini, presidente Coldiretti, Francesco Vincenzi, presidente Anbi, Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione Univerde, Nazario Palmieri, generale comandante Carabinieri Tutela Forestale e Parchi, Aldo Mattia, componente Commissione Ambiente Territorio Camera.


La quinta edizione del concorso è stata vinta, per la categoria colore, da Pamela Doretti con lo scatto ‘Splash’ e, per la categoria bianco e nero, da Franco Tulli con lo scatto ‘L’impero dell’Acqua’.

Il concorso fotografico ‘Obiettivo Acqua’ vuole essere tassello di un percorso indispensabile a tramandare attimi di storia, ma soprattutto a sperare in un futuro più consapevole.

“L’Italia subisce alluvioni e siccità- dichiara Prandini- e sempre bisogna investire in termini di lungimiranza. Purtroppo il nostro Paese si è caratterizzato, nei decenni passati, nel guardare al bisogno del giorno dopo, senza pianificare, nel medio e lungo periodo, quelli che erano gli investimenti che potessero dare delle risposte sostanziali ai bisogni delle imprese.

Il programma legato ai bacini di accumulo diventa una possibilità, in termini di trattenere maggiore acqua piovana, oggi ne tratteniamo solo l’11% e dovremmo arrivare al 50%. Avere acqua a disposizione significa garantire quantità e qualità della filiera agroalimentare”.

Per il presidente Vincenzi “abbiamo ancora enormi quantità di acqua che cadono sul nostro territorio con eventi calamitosi e purtroppo non siamo infrastrutturali per trattenerla. Il nostro progetto, insieme a Coldiretti, del ‘piano invasi’ ha l’obiettivo di aumentare la capacità di trattenimento”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it