hamburger menu

È morto Valerio Onida, ex presidente della Corte Costituzionale

L'ex giudice della Consulta aveva 86 anni. Letta: "Un punto di riferimento insostituibile"

valerio onida

ROMA – È morto Valerio Onida, ex presidente della Corte Costituzionale. Lo ha annunciato il figlio Francesco, attraverso un post su Facebook. Onida, che aveva 86 anni, aveva insegnato per molti anni Diritto Costituzionale all’Università degli Studi di Milano, la città in cui era nato. Il costituzionalista era stato eletto giudice della Consulta nel 1996 e ha guidato la Corte Costituzionale tra il 2004 e il 2005.

CARTABIA: “IL MAESTRO CHE MI HA APERTO LA STRADA”

“Per me, è stato innanzitutto il maestro che mi ha aperto la strada. Un gigante del diritto costituzionale, sempre pronto a misurarsi con le sfide della storia e ad intrecciare lavoro accademico con ardente impegno civico”. La Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, ricorda con “affetto e sentimenti di profonda gratitudine”, il professore Valerio Onida, “incontrato da studentessa nelle aule universitarie di Milano e rimasto sempre un punto di riferimento”.

La ministra aggiunge: “Per tutta la vita, Valerio ha messo la sua passione contagiosa, la sua disarmante semplicità, la sua limpida intelligenza al servizio delle istituzioni e dei diritti degli ultimi, come i detenuti. Una guida illuminata per generazioni di giuristi, si è adoperato costantemente per la formazione dei più giovani, tanto da battersi per l’istituzione della Scuola superiore della magistratura, di cui è stato primo presidente, e a cui non ha mai smesso di dedicarsi. Al Paese – e a me personalmente – mancherà la sua indomita passione per la giustizia”.

FRATTINI: “GIURISTA DI GRANDE STATURA”

“La scomparsa del Presidente Onida mi addolora profondamente. Oggi non perdiamo solo un giurista di
grande statura ma anche una persona di straordinaria umanità. Lucido spirito critico ha formato generazioni di giuristi con la sua dottrina e i suoi insegnamenti sui diritti fondamentali”. Così il presidente del Consiglio di Stato Franco Frattini esprime il proprio cordoglio e quello della giustizia amministrativa
tutta per la scomparsa di Onida.

LE REAZIONI DELLA POLITICA

“Grandissima perdita per il nostro Paese con la scomparsa di Valerio Onida. Un punto di riferimento insostituibile, una persona dalle rare qualità umane. Un enorme dispiacere”. Lo scrive su Twitter il segretario del Pd, Enrico Letta.

Per Ettore Rosato, presidente di Italia Viva, “con la scomparsa di Valerio Onida se ne va una delle menti giuridiche più attente e apprezzate. Accademico, giudice costituzionale, presidente della Consulta, ha contribuito con i suoi studi al dibattito per un riformismo moderno. Vicini alla famiglia in questo momento di dolore”.

“Ho avuto l’onore di condividere con il professor Valerio Onida, molti anni fa, una difesa penale che riguardava temi costituzionali. Da lui ho imparato molto, a cominciare dal rigore nel rispetto dei principi , fino al garbo nella loro strenua tutela”. Così il sottosegretario alla Giustizia Francesco Paolo Sisto. “Rivedendolo recentemente, alla Scuola superiore della magistratura, ho avuto modo di apprezzare, ancora una volta, la solidità di quegli stessi valori. La sua scomparsa non potrà mai offuscare la grandezza dei suoi insegnamenti”, conclude Sisto.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-15T13:02:50+02:00