Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Toma aggredito a Campobasso, in ospedale un suo collaboratore

donato toma_imagoeconomica (1)
A Mauro Tiberio, consigliere del governatore della regione Molise, hanno rotto il setto nasale. I due erano seduti al tavolo di un ristorante quando due ragazzi, intorno ai 25 anni, hanno iniziato ad insultare il governatore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Prima gli insulti poi una testata in pieno viso. Per questo Mauro Tiberio, collaboratore e consigliere del governatore della regione Molise Donato Toma è finito in ospedale, al Cardarelli di Campobasso con il setto nasale rotto. A quanto si apprende da fonti locali, Toma e Tiberio erano seduti al tavolo di un ristorante nel centro di Campobasso quando due ragazzi, intorno ai 25 anni, hanno iniziato ad insultare il presidente della Regione. Alla richiesta di smetterla da parte di Tiberio e all’avvertimento di far intervenire le forze dell’ordine, uno dei due giovani ha sferrato la testata che ha costretto il collaboratore a ricorrere alla cure mediche ospedaliera. La notizia dell’aggressione ha sconvolto la città.

Il sindaco del capoluogo molisano, Roberto Gravina, ha immediatamente condannato l’accaduto sottolineando che “siamo di fronte ad atteggiamenti, gesti e parole che vanno condannati nella loro forma e nella loro sostanza, sempre e comunque, e che non appartengono alla dimensione morale e culturale della nostra città”. “A nome mio personale e dell’Amministrazione comunale tutta, esprimo – ha ribadito il primo cittadino – la nostra solidarietà al presidente della Regione, Donato Toma e al suo consigliere, Maurizio Tiberio, restando profondamente dispiaciuto per l’attacco che hanno dovuto subire. Ne approfitto – ha poi concluso Gravina – anche per ricordare che a Campobasso non c’è posto per gesti e parole di odio e per chi ne fa uso”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»