Storia di una grande attrice e dell’esodo: nelle sale il docufilm su Alida Valli

alida valli
L'assessore regionale alle Autonomie Locali Pierpaolo Roberti: "Il lungometraggio mostra un passaggio importante della storia italiana del '900"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TRIESTE – Racconta la storia dell’attrice Alida Valli, nata a Pola, e allo stesso tempo ripercorre le vicende dell’esodo istriano, fiumano e dalmata. È il docufilm “Alida”, presentato oggi a Trieste, finanziato dall’Unione degli istriani, illustrato dal presidente del sodalizio Massimiliano Lacota, con la partecipazione dell’assessore regionale alle Autonomie Locali Pierpaolo Roberti. Secondo l’assessore il video “mostra un quadro completo e mai visto prima della vita di una giovane e bellissima ragazza, che diventò in breve tempo una delle attrici più famose e amate del cinema italiano e internazionale”.

Esprimendo gratitudine all’Unione degli Istriani per aver sostenuto il progetto, l’assessore ha anche sottolineato come “permetterà a quella parte di pubblico che ignora le vicende dell’esodo istriano, fiumano e dalmata di conoscere un passaggio importante della storia italiana del ‘900“. Il docufilm verrà proiettato nei cinema, che tornano ad accogliere nuovamente in questi giorni il pubblico dopo un lungo stop dovuto alle misure restrittive legate al Covid. “Un segnale incoraggiante- aggiunge Roberti- per un ritorno alla normalità necessario a far ripartire il mondo della cinematografia”. Ricordando poi la figura di Alida Valli, l’assessore ha sottolineato come l’attrice abbia dato “lustro alle nostre terre, portando con sé il ricordo delle sue origini istriane, ma soprattutto, come ha avuto modo di ribadire più volte nella sua vita, ‘italiane'”.

LEGGI ANCHE: Sulle spiagge del Friuli Venezia Giulia si aprono 25.654 ombrelloni in contemporanea

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»