La Treccani cancella i termini offensivi collegati al lemma ‘donna’

donna treccani
La modifica in seguito a un appello che espressamente richiedeva l'eliminazione di termini offensivi associati a 'donna'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ha vinto la battaglia la missiva con 100 firmatarie che chiedeva alla Treccani di aggiornare la voce donna, togliendo quei termini offensivi che venivano collegati alla parola nel Vocabolario dei sinonimi.

Da oggi al lemma donna non si troveranno più parole come ‘cagna, bagascia, battona o zoccola’.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»