Maratea si aggiudica la Bandiera Blu per la ventiquattresima volta

Il sindaco Daniele Stoppelli ha anche annunciato il lancio di un nuovo brand turistico, con un portale web e canali social dedicati: Maratea Welcome
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA – C’e’ anche Maratea tra le localita’ marittime a cui stamane, in una cerimonia di consegna in diretta Facebook, e’ stata conferita la Bandiera Blu 2020 che ogni anno viene assegnata dalla FEE (Foundation for Enviromental Education) alle spiagge che raggiungono un elevato standard di qualita’ secondo alcuni parametri quali sicurezza, servizi e qualita’ delle acque. Grazie alla cura dei suoi 32 chilometri di costa, con tante piccole spiagge e natura incontaminata, la Perla del Tirreno riesce ad essere inserita nell’elenco della Bandiera Blu per la ventiquattresima volta.

“Siamo molto orgogliosi di questo riconoscimento – afferma il sindaco Daniele Stoppelli – un risultato che ci conforta per il lavoro sin qui svolto e ci da’ il giusto slancio per affrontare e risolvere tutte le problematiche per garantire ai nostri ospiti una citta’ covid free ed accogliente. Noi vogliamo e dobbiamo confermare l’elevato standard qualitativo della nostra destinazione turistica ed e’ per questo che stiamo mettendo a punto delle azioni mirate a garantire la massima sicurezza ai turisti che sceglieranno Maratea per le prossime vacanze”. Il sindaco fa sapere che, in collaborazione con gli operatori turistici, e’ stato predisposto il protocollo Maratea Sicura con una serie di buone pratiche da seguire. Grazie a una interlocuzione con la Regione Basilicata, inoltre, saranno presto operativi alcuni servizi dell’ospedale Giovanni De Lieto e sara’ assicurato un centro covid. Per comunicare infine ai turisti e ai cittadini tutte le misure inerenti all’emergenza sanitaria e promuovere una Maratea sicura e ospitale, il sindaco annuncia il lancio di un nuovo brand turistico, con un portale web e canali social dedicati: Maratea Welcome.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»