fbpx

Tg Lazio, edizione del 14 maggio 2020

CORONAVIRUS, NEL LAZIO 38 NUOVI CASI: AUMENTI IN FAMIGLIA

Nel Lazio sono 38 i nuovi casi di positivita’ al coronavirus, 11 i decessi. I numeri odierni sono emersi durante la videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 alla presenza dell’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato. “Bisogna mantenere alta l’attenzione- ha detto quest’ultimo- riaprire non significa aver sconfitto il virus. I casi positivi nelle ultime 24 ore sono prevalentemente in ambito familiare, ben individuati e gia’ conosciuti”. D’Amato ha quindi confermato il Trend stabilmente in discesa nelle province dove complessivamente si registrano tre casi tutti a Viterbo nelle ultime 24h e un decesso”.

CORONAVIRUS, INAUGURATO DRIVE-IN TAMPONI A OSPEDALE SAN GIOVANNI

L’assessore alla Sanita’ della Regione Lazio, Alessio D’Amato, ha inaugurato stamani il servizio di drive-in dell’Asl Roma 1 per l’esecuzione del tampone naso-faringeo all’ospedale San Giovanni di Roma. Si potra’ accedere al drive-in direttamente, ed effettuare il test senza scendere dall’auto con prescrizione del proprio medico di base. Il servizio e’ rivolto ai residenti della Asl Roma 1 risultati positivi a seguito del test sierologico. “Nella nuova fase- ha commentato D’Amato- sara’ fondamentale l’integrazione tra i test e i tamponi e i drive-in attivati su tutto il territorio regionale avranno un ruolo cruciale in questo processo”.

LAZIO, ZINGARETTI: AL VIA PACCHETTO DI 2 MLD PER OPERE PUBBLICHE

Un pacchetto di 2 miliardi da destinare alle opere pubbliche del Lazio. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Nicola Zingaretti durante l’illustrazione al Consiglio regionale la relazione sull’emergenza Coronavirus e sulla fase 2. “Abbiamo chiesto a tutte le direzioni regionali- ha detto il governatore- una ricognizione su tutto cio’ che abbiamo finanziato e prepariamo un pacchetto di opere pubbliche che potranno essere avviate nei prossimi 12 mesi: strade nuove, mobilita’ sostenibile, tecnologie, ospedali all’altezza delle sfide dell’innovazione”.

OMICIDO CIAMPINO, AUTO DEL SOSPETTATO RIPRESA DA TELECAMERE

Sono state le telecamere della zona a confermare l’identità del presunto autore dell’omicidio a colpi di pistola del 34enne Alessandro Borrelli e il ferimento del 35enne, Stefano Imperatori. Cristian Gusmano, guardia giurata di 36 anni, è stato infatti ripreso mentre arrivava sul posto e infine si allontanava da via Cagliari a Ciampino negli orari compatibili con il delitto. Ad incastrare l’uomo anche le dichiarazioni dello stesso imperatori mentre veniva soccorso nel giardino dell’abitazione al piano terra dove e’ stato ritrovato. Gusmano è stato quindi arrestato mentre si trovava nel suo appartamento all’interno del quale è stata ritrovata anche la pistola con cui ha compito il massacro.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

14 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»