VIDEO | Anbi Lazio racconta in uno spot sicurezza e servizi durante la pandemia

"Le attività dei Consorzi, per quanto silenziose e discrete, sono insostituibili per garantire la sicurezza delle comunità", ha spiegato il direttore Andrea Renna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le attività dei Consorzi di Bonifica sono rientrate tra quelle considerate essenziali, per cui anche durante la pandemia sono proseguite sia le attività di manutenzione, sia quelle straordinarie per garantire la partenza anticipata del servizio irriguo a fronte della siccità primaverile, vera e propria emergenza nell’emergenza”. Lo scrive in una nota Andrea Renna, direttore di Anbi Lazio, che ha ringraziato gli operai, i dipendenti e i dirigenti dei Consorzi del Lazio che sul campo, negli uffici e in modalità smart-working hanno continuato e continuano a lavorare in questi momenti difficili.

Raccontiamo con questo spot ciò che facciamo. Occorre una consapevolezza di tutti su questo lavoro. A costo zero, attingendo alle professionalità interne del sistema Anbi, abbiamo prodotto uno spot- aggiunge- per ringraziare tutto il personale, ricordando ai cittadini del Lazio la primaria importanza delle attività dei Consorzi che, per quanto siano spesso silenziose e discrete, sono insostituibili per garantire la sicurezza delle comunità e per sostenere l’economia e l’occupazione del settore agricolo, che nel Lazio garantisce produzioni agroalimentari di eccellenza da difendere e tutelare”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»