Coronavirus, nasce anche in Basilicata l’osservatorio contro le fake news

Avrà il compito di diffondere sul web, sui social, sulla carta stampata e sulle televisioni, un report con cadenza mensile
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA – “Contrastare la diffusione di notizie prive di fondamento che riguardano la pandemia del coronavirus con uno strumento istituzionale quale segnale di attenzione verso l’opinione pubblica, in nome della trasparenza e della correttezza dell’informazione”. È cosi’ che il presidente del Comitato regionale per le comunicazioni della Regione Basilicata (Corecom), Antonio Donato Marra, annuncia l‘istituzione dell’Osservatorio regionale sulle fake news coronavirus. Una iniziativa che nasce dalla collaborazione tra l’Ordine dei giornalisti e il Corecom. Le fake news possono riguardare messaggi inoltrati su whatsapp, foto, articoli, dichiarazioni di politici o finti esperti.

“Il Corecom – afferma Marra – intende portare il proprio contributo nell’arginare la diffusione di questo genere di notizie attraverso un controllo puntuale, nell’ottica di una narrazione piu’ reale possibile a cui tutti i cittadini hanno diritto”. L‘Osservatorio diffondera’ sul web, sui social, sulla carta stampata e sulle televisioni, con cadenza mensile, un report a cura di due collaboratori che saranno indicati dall’Ordine dei giornalisti, individuati tra professionisti di riconosciuta affidabilita’, per far riconoscere quali siano le notizie false rilevate su fonti potenzialmente inaffidabili. Il periodo di osservazione sara’ compreso tra il 15 maggio e il 15 ottobre 2020.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»