VIDEO | ‘La vita bugiarda degli adulti’, Netflix realizza la serie tv tratta dall’ultimo romanzo di Elena Ferrante

Dopo “L’amica geniale” un altro romanzo di successo della scrittrice napoletana prendera’ vita sullo schermo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo “L’amica geniale” un altro romanzo di successo di Elena Ferrante prendera’ vita sullo schermo grazie a Netflix e Fandango. Si tratta dell’ultima opera della scrittrice napoletana dal titolo ‘La vita bugiarda degli adulti’, edita da E/O in Italia. Il romanzo, uscito in libreria lo scorso novembre, e’ una storia di formazione ambientata a Napoli negli anni ’90 e segue le vicende della dodicenne Giovanna, accompagnandola dall’infanzia all’adolescenza. L’opera scava nel profondo della protagonista, tormentata dai legami familiari, dal dubbio di essere una persona cattiva, dal non voler ferire le persone che le vogliono bene, ma soprattutto da un certo piacere nel mentire (nonostante le vere menzogne siano quelle degli adulti, come richiama il titolo). 

LEGGI ANCHE:

Il nuovo romanzo di Elena Ferrante è un classico

Su Netflix arriva ‘Summertime’: i protagonisti raccontano il lockdown, tra speranza e difficoltà

Dopo la serie ‘Summertime, ispirata al romanzo ‘Tre metri sopra il cielo’ di Federico Moccia, Netflix scommette di nuovo sull’Italia puntando sulla ‘scrittrice misteriosa’ autrice di numerosi best seller. L’annuncio della realizzazione della serie tv e’ stata data dalla celebre piattaforma streaming sui social, tramite un video in cui Emma Marrone legge le parole del romanzo di Ferrante. Riguardo a cast e tempi di realizzazione della serie tv non si hanno ancora notizie certe.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»