Francia, Macron oggi all’Eliseo: “L’Europa sarà rilanciata”

Macron è stato accolto da Hollande, che dopo la stretta di mano e un breve colloquio ha lasciato il palazzo presidenziale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Cerimonia ufficiale di insediamento all’Eliseo per il neopresidente della Francia Emmanuel Macron: è arrivato alle 10 all’Eliseo e, dopo aver camminato sulla passerella rossa, ha salito le scale ed è stato accolto all’Eliseo dal suo predecessore, François Hollande. Tra i due c’è stata una stretta di mano e poi un colloquio sui principali temi di attualità. Alla fine dell’incontro Hollande ha lasciato il palazzo presidenziale a bordo di un’auto scura. Dopo che Hollande ha lasciato l’Eliseo, c’è stata l’investitura formale e poi il passaggio di consegne fatto tra il Capo di Stato Maggiore e il nuovo presidente, nella centrale di comando ‘Jupiter’, che si trova sotto il palazzo presidenziale, deve è posizionato il sistema di comando centrale.

La compagna di Macron, Brigitte, è arrivata all’Eliseo da sola (essendo Hollande non accompagnato) in un completo color azzurro e borsa entrambi firmati Louis Vuitton, che a quanto pare le sarebbero stati prestati dalla maison per l’occasione. Look ‘minimal’ anche per Macron, il cui ufficio stampa ha volutamente fatto sapere che l’abito oggi indossato per la cerimonia è stato comprato in un negozio di Parigi per 450 euro.

“Il mondo e l’Europa – ha detto Macron durante il suo primo da presidente- hanno oggi più che mai bisogno della Francia, di una Francia forte, sicura del suo destino, di una Francia che porti alta la voce della libertà e della solidarietà, che sappia inventare il futuro. Il mondo ha bisogno di quello che i francesi hanno sempre insegnato, cioè l’audacia della libertà, l’esigenza dell’uguaglianza e la volontà della fraternità”

L’Unione europea sarà “riformata e rilanciata“, ha poi promesso, “perché ci protegge e ci permette di portare nel mondo i nostri valori. Abbiamo bisogno di un’europa più efficiente, più democratica, più politica perché è lo strumento del nostro potere e della nostra sovranità”, ha spiegato Macron alla vigilia della sua prima visita ufficiale che ha come destinazione Berlino dove incontrerà la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»