Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ligabue al Salone del Libro di Torino con “Scusate il disordine”

Il rocker presenterà questa sera la sua ultima fatica letteraria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – S’intitola “Scusate il disordine” (Einaudi) la nuova raccolta di racconti firmata da Luciano Ligabue che proprio il rocker presenterà questa sera alle 21 al Salone Internazionale del Libro di Torino.

A quattro anni dall’ultima avventura nel mondo letterario con “Il rumore dei baci a vuoto”, la voce di Ligabue scrittore torna per raccontare l’inafferrabilità delle nostre vite.

ligabue scusate il disordine

Nei 16 folgoranti e misteriosi racconti che compongono “Scusate il disordine”, sono l’amore, il sesso e la musica a fare da filo conduttore in ogni storia. All’interno di una cornice surreale, i personaggi si incontrano e si scontrano, sempre raccontati dalla scrittura vibrante di Ligabue.

ma quello letterario non è l’unico impegno del rocker di Correggio: a quasi un anno di distanza dall’evento di Campovolo, il “LIGA” tornerà sul palco il 24 settembre con “LIGA ROCK PARK”, il suo unico evento live del 2016 che si svolgerà al Parco di Monza.

Ligabue, inoltre, è al lavoro in studio di registrazione sul suo ventesimo album (undicesimo di inediti), la cui uscita è prevista entro fine anno (anticipata dal primo singolo in radio a settembre).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»