Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Cagliari una Fabbrica della creatività all’ex manifattura

CAGLIARI - "Dopo tanti anni arriviamo alla fine
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Sardegna1 1b6fc8715491577eb569054cdda88febCAGLIARI – “Dopo tanti anni arriviamo alla fine di questo importante progetto di riqualificazione di una vecchia fabbrica nel pieno centro di Cagliari: l’idea di trasformare il complesso dell’ex Manifattura tabacchi in ‘Fabbrica della creatività’ parte nel 2007 e posiziona il capoluogo sardo in linea con le esperienze internazionali di riqualificazione cittadina”. Così l’assessore regionale alla Cultura Claudia Firino che ha presentato oggi la conclusione del primo lotto dei lavori di recupero e ristrutturazione dello storico edificio di proprietà’ della Regione.

Il secondo lotto verrà terminato il 19 maggio, per una spesa complessiva di 10 milioni e 400 mila euro. L’ex convento, costruito nel ‘400 e per molti anni stabilimento industriale, diverrà un polo multiculturale, nel quale troveranno spazio cinema, teatro, musica, ma anche laboratori per scultura e pittura.

Insieme all’assessore, durante l’incontro con la stampa, presente anche il sindaco di Cagliari Massimo Zedda. “L’idea è quella di far diventare un ex luogo di fatica e di lavoro, un luogo di cultura, uno spazio di innovazione e sperimentazione- continua Firino- Come? A me piacerebbe che con la giornata di oggi si iniziasse idealmente a fare una riflessione sulle modalità di restituzione di questo tesoro alla città, una riflessione che non spetta solo alla Giunta, ma che deve coinvolgere tutti”.

Un’idea la propone il primo cittadino di Cagliari: “Si potrebbero coniugare insieme alle attività culturali e estemporanee una serie di attività artigianali. La cosa importante è che una struttura così importante non chiuda il giorno dopo. Anche se è un simbolo di Cagliari, questo deve essere un presidio a livello regionale”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»