L’Emilia-Romagna stanzia 100.000 euro per i sentieri di montagna

trekking sentieri bosco camminate montagna2
La Regione aggiunge fondi per migliorare i sentieri e le escursioni dell'Appennino, alla luce anche del boom di turismo slow della scorsa estate
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – In vista della prossima estate, l’Emilia-Romagna stanzia altri 100.000 euro per migliorare i sentieri per le escursioni in Appennino. Risorse che si aggiungono agli 80.000 euro già messi a disposizione alla fine dello scorso anno e che vanno a sostenere i lavori di ordinaria manutenzione compiuti dai Comuni montani.

Con queste risorse, spiega l’assessora regionale alla Montagna, Barbara Lori, “vogliamo ribadire l’importanza della valorizzazione della montagna, anche alla luce del crescente interesse dimostrato da chi non abita questi territori ed è interessato a scoprirli”. La scorsa estate, ricorda Lori, “ha segnato un’impennata del turismo slow e amante dell’ambiente. Per l’Appennino emiliano-romagnolo si tratta di un’opportunità importante che va sostenuta, partendo anche dalla manutenzione di una rete sentieristica particolarmente estesa”, per oltre 7.000 chilometri. “Una rete vera e propria- sostiene Lori- che deve potersi integrare con le tante iniziative di valorizzazione, a partire da quelle promosse dai Parchi regionali e dai Gal. Vogliamo garantire ai tanti amanti dell’escursionismo e della mountain bike percorsi sempre più sicuri e belli. Ci eravamo presi l’impegno e l’abbiamo mantenuto, la montagna è sempre più al centro di un’azione regionale che promuove lo sviluppo sostenibile e di qualità di questi territori”. Ogni Comune potrà ottenere un contributo fino a 5.000 euro, da utilizzare per sistemare i sentieri, diradare la vegetazione e rinnovare la segnaletica. I lavori dovranno essere completati entro la fine del 2021. Con il precedente bando la Regione aveva finanziato 16 programmi di intervento.

LEGGI ANCHE: Lupi a Bologna, ma Città metropolitana rassicura: “Non sono pericolosi per l’uomo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»