FOTO | Covid-19, cento fotografi in campo per aiutare l’ospedale di Pesaro

Parte il progetto '100 street photographs for Pesaro': online in vendita gli scatti di fotografi professionisti. L'idea è del digital worker Alessandro Rocchi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANCONA – “Ho provato a pensare come poter rendermi utile in questa emergenza”. Alessandro Rocchi è un fotografo ed un digital worker marchigiano. È di Pesaro, una delle province delle Marche più colpite dall’emergenza con quasi 2.200 contagi e purtroppo più di 400 vittime. E prendendo spunto da quanto fatto a Bergamo, dove grazie all’iniziativa ‘100 fotografi per Bergamo‘ sono stati raccolti e donati al locale ospedale 750mila euro, ha deciso di aiutare il San Salvatore di Pesaro dell’azienda Marche Nord con il progetto ‘100 street photographs for Pesaro‘ patrocinato dal consiglio comunale di Pesaro.

Guarda il sito dell’iniziativa


fotografi pesaro_coronavirus

“Sono in contatto con alcuni dei promotori dell’iniziativa di Bergamo- spiega Rocchi all’agenzia “Dire”-. In Lombardia grazie al coinvolgimento di un centinaio di fotografi famosi in una settimana hanno venduto online circa 7.500 stampe raccogliendo 750mila euro che hanno poi donato all’ospedale. Vedendo questa iniziativa ed avendo io la passione per la fotografia, in particolare per un genere chiamato ‘street photography‘, ho avuto l’idea organizzare un’iniziativa analoga per dare una mano all’ospedale Marche Nord. Mi sono messo in contatto con l’azienda ospedaliera tramite il presidente del consiglio comunale Marco Perugini e ora siamo pronti per partire con la campagna“.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Coronavirus, Pesaro dedicherà un monumento alle vittime

Sono quasi un centinaio i fotografi che, per ora, hanno aderito all’iniziativa. Tra gli autori che hanno donato la propria opera per il progetto, oltre a Alessandro Rocchi, Adrian Whear, Alessandro Schiariti, Alex liverani, Daniele Maerire, David Gibson, Cedric Roux. L’azienda che si occupa del servizio è Linklab di Milano la stessa scelta per la raccolta fondi a favore dell’ospedale bergamasco. Sul sito è possibile ordinare le foto mentre la donazione, una volta effettuato l’ordine, va fatta sulla piattaforma ‘GoFundMe’. Ogni fotografia (grandezza 20×30) ha un costo di 100 euro, 13 dei quali serviranno per la realizzazione della stampa. “Il ricavato verrà devoluto all’ospedale tolte ovviamente le spese di stampa- continua Rocchi-. Abbiamo pensato ad una cifra di 100 euro a stampa, ma potrebbe anche scendere. Vedremo. Hanno aderito tanti fotografi che ho avuto occasione di incontrare in questi anni nei vari Festival a cui ho partecipato. Amici e colleghi provenienti da tutto il mondo: dall’Australia alla Thailandia, dagli Usa al Brasile fino all’Inghilterra e alla Spagna solo per dirne alcuni. Tutta la rendicontazione del progetto sarà visibile sulla piattaforma in un’ottica di massima trasparenza”.

LEGGI ANCHE: Su Instagram asta degli urban artist di Firenze per gli ultimi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»