fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 14 aprile 2020

RIAPERTURE A MACCHIE DI LEOPARDO, CROLLO DEI CONSUMI 

La task force di Palazzo Chigi guidata da Vittorio Colao sta limando un piano centrato su tecnologia e nuova organizzazione del lavoro per dare avvio alla fase 2. Intanto negozi e fabbriche riaprono, ma a macchia di leopardo. Oggi porte aperte per le rivendite di articoli per l’infanzia e per le librerie. Ma in molte regioni, come Piemonte, Lombardia e Campania, si proseguirà per altri giorni con il lockdown quasi totale. Fughe in avanti invece sono arrivate dal Veneto, che ha dato semaforo verde a picnic e corse all’aperto, e dalla Liguria che ha concesso agli stabilimenti balneari di cominciare la manutenzione. Brutte notizie dai centri studi: Confcommercio stima un calo dei consumi da brividi. A marzo e’ stato del 31,7 per cento e del 13% nel mese di aprile. L’Fmi stima un crollo del Pil italiano del 9,1 per cento.

IMPRESE, AL VIA LA RICHIESTA DEI 25MILA EURO

Le piccole e medie imprese possono chiedere da oggi il prestito fino a 25mila euro stanziato senza garanzie dal governo, con il decreto imprese. Il modulo e’ scaricabile dal sito fondidigaranzia.it, anche se il server e’ andato in tilt per molte ore. Oggi la commissione europea ha dato il via libera al decreto e l’associazione bancaria ha chiarito con una circolare le condizioni del credito. Intanto il Mef rende noti i dati sulle richieste di moratoria relative a mutui e ai prestiti, fino al 3 aprile: si tratta di 660mila domande pari a 75 miliardi di euro di finanziamenti.

E LA CHIAMANO ESTATE… AL TEMPO DEL COVID

Vacanze sì o no? La sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, concede un po’ di ottimismo a chi teme di passare anche i mesi estivi in casa. Secondo la rappresentante del governo sara’ possibile pianificare le nostre vacanze, ma adottando delle cautele: in estate non ci sara’ il vaccino, ma magari avremo una terapia e il virus sara’ governabile. Per Zampa sarebbe drammatica la vita degli anziani “chiusi in casa nelle citta’ roventi a luglio e ad agosto”. Per gli over 70 sara’ messo a punto un piano particolare con l’obiettivo di tenerli al riparo dalle minacce. Utile a questo fine sara’ una app che potrebbe prendere il posto delle autocertificazioni.

TECNICI PESSIMISTI SULLA RIPRESA DEL CALCIO

Divampano le polemiche sulla riapertura degli sport in assenza di un vaccino contro il coronavirus. Le società di calcio spingono per una rapida ripresa degli allenamenti per poi concludere il campionato in estate, ma arriva lo stop dei tecnici. Pessimista Gianni Rezza, dirigente dell’Istituto superiore di sanita’ e membro del Comitato tecnico-scientifico: “Non darei parere favorevole alla ripresa del campionato”, ha detto Rezza. Della stessa opinione la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, secondo la quale vedremo gli stadi pieni solo con l’arrivo del vaccino.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

14 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»