De Micheli: “Sui migranti nessun braccio di ferro, l’Europa condivida responsabilità”

"L'Italia non gira mai la testa di fronte alla solidarietà": dice la ministra delle Infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Abbiamo chiuso i porti per le navi passeggeri che battono bandiera straniera il 9 marzo. Abbiamo organizzato invece gli sbarchi di quelle che battevano bandiera Italiana. L’Italia non gira mai la testa di fronte alla solidarieta’. In queste ore non ci sono stati naufragi e non abbiamo nessuna intenzione di abdicare al nostro ruolo”. Lo dice la ministra delle Infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli, a ‘Omnibus’ su La7. 

Non abbiamo intenzione di fare braccio di ferro con nessuno. Chiediamo all’Europa di condividere la responsabilita’ sul Mediterraneo- aggiunge-, la situazione e’ sotto controllo e affrontiamo il tema migranti tenendo conto l’emergenza del Covid19 per proteggere tutti. Ci dobbiamo aiutare per poter aiutare”. 

Inoltre, “abbiamo chiesto alle ONG di avere un comportamento omogeneo e di far riferimento al paese della bandiera che battono per far fronte all’emergenza sanitaria italiana” e far si’ che “il sistema di accoglienza non andasse in sofferenza”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»