Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Afghanistan, Snowden: “Il tunnel bombardato fu costruito dalla Cia”

ROMA - All'indomani dell'attacco americano contro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – All’indomani dell’attacco americano contro una rete di tunnel usata dai miliziani dello Stato islamico in Afghanistan, Edward Snowden condivide sul suo profilo Twitter un elemento aggiuntivo alla vicenda: “E’ una rete di tunnel dei mujaheddin quella che abbiamo bombardato in Afghanistan? Noi abbiamo pagato per quel network“, sostenendo che la rete di cunicoli distrutta a Nargarhar e’ stata costruita dagli americani stessi tramite la Cia nel 1980.

Per avvalorare la sua tesi, l’analista informatico ha pubblicato un’inchiesta del ‘New York Times’ risalente al 2005 che rivelava la paternita’ americana dei tunnel. Nel 1980 in effetti la Casa Bianca sosteneva il movimento armato dei combattenti afghani, in quanto combattevano contro i soldatici sovietici, intervenuti nel paese l’anno precedente.

Il Pentagono nel 2011 ha acquistato 20 ordigni come quello sganciato ieri – definito ‘la madre di tutte le bombe’ in quanto considerato la bomba non nucleare piu’ potente mai realizzato – al prezzo di 315 milioni di dollari. Edward Snowden ha ricordato anche questo citando un articolo del ‘Los Angeles Times’ di quell’anno.

di Alessandra Fabbretti

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»