hamburger menu

Tg Politico Parlamentare, edizione del 14 marzo 2022

In questa edizione si parla di: vertice a Roma tra Usa e Cina per la guerra in Ucraina; la grande frenata dell’economia mondiale; benzina e diesel alle stelle, in arrivo un decreto; rapporto Istat: nel 2021 meno di 400mila nascite

Tg Politico

UCRAINA, A ROMA VERTICE TRA USA E CINA

È necessario aumentare la produzione di petrolio e gas immediatamente. Tempi straordinari richiedono misure straordinarie. Lo propone il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, citando Elon Musk, perché il conflitto in Ucraina è “la più grave crisi in Europa dalla Seconda guerra mondiale”. Di Maio spiega poi come l’Italia stia negoziando intese con Algeria e Libia sullo sviluppo delle fonti rinnovabili e con la Tunisia sull’idrogeno verde. Questo perché, sottolinea, accanto alle “indispensabili misure sul breve termine, siamo consapevoli dell’importanza del percorso verso la transizione energetica”. In Ucraina continuano i bombardamenti, ma sono ripresi i colloqui tra Mosca e Kiev. A Roma, intanto, si svolge il vertice tra il consigliere per la sicurezza nazionale americano e il responsabile della politica estera del partito comunista cinese. 

VISCO: “UN’OMBRA SULL’ECONOMIA MONDIALE”

La grande frenata dell’economia è iniziata. I fattori che indeboliscono la ripresa sono i prezzi dell’energia, le fiammate inflazionistiche che colpiscono i beni di prima necessità e le conseguenze della guerra in Ucraina. Il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, parla di “un momento tragico: i gravi eventi di queste settimane- sottolinea- hanno gettato un’ombra di acuta incertezza su un’economia mondiale già scossa dalla crisi finanziaria globale e poi dalla pandemia”. È a repentaglio la pace nel nostro continente, aggiunge Visco immaginando “una cesura profonda, oltre che drammatica, che non potrà che portare a equilibri diversi, ora difficili da definire”.

BENZINA E DIESEL ALLE STELLE, DECRETO IN ARRIVO

Continua a volare il prezzo del diesel che supera quello già altissimo della benzina. Il gasolio in modalità “servito” è oltre i 2,3 euro al litro. In rialzo anche il metano. Gli autotrasportatori minacciano scioperi, i pescherecci sono fermi e i partiti vanno in pressing chiedendo un intervento su Iva e accise. Forza Italia propone di ridurre le accise a fronte delle maggiori entrate dell’Iva, immaginando un taglio di 20 centesimi per litro a invarianza di gettito. Il governo sta mettendo a punto un decreto per ridurre i costi alla pompa per i consumatori e valuta un nuovo provvedimento sulle bollette che potrebbe arrivare già questa settimana. Si attende una decisione europea sul tetto ai prezzi del gas, ma il premier Mario Draghi è pronto a tassare gli extra profitti delle società produttrici di energia.

NEL 2021 MENO DI 400MILA NASCITE

Nel 2021 i residenti in Italia scendono sotto i 59 milioni e per la prima volta sono nati meno di 400mila bambini. Nel rapporto dell’Istat spicca anche l’impatto del numero di morti da Covid sulla dinamica demografica: sono circa 59mila, pari all’8,3% dei decessi totali; comunque in calo rispetto all’anno precedente quando si erano contati più di 77mila decessi per Coronavirus. Segnali di miglioramento dai matrimoni che raddoppiano rispetto al 2020. Il presidente dell’Istituto nazionale di statistica, Gian Carlo Blangiardo, teme un effetto sulla natalità dalla guerra in Ucraina. Se si guardano i dati storici, infatti, la dichiarazione di guerra nel giugno 1940 ebbe un impatto sui progetti riproduttivi della popolazione italiana di allora, così come il disastro di Chernobyl nel maggio del 1986.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-03-14T17:16:28+02:00