fbpx

VIDEO | Made in Italy, torna la primavera del prosecco

Sedici eventi, da marzo a giugno, per celebrare e far conoscere il Prosecco superiore Docg prodotto sulle colline di Conegliano Valdobbiadene
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Arriva la Primavera del proseccosuperiore: 16 eventi, da marzo a giugno, per celebrare e farconoscere il Prosecco superiore Docg prodotto sulle colline diConegliano Valdobbiadene. Si parte questo sabato da Santo Stefano e si finisce il 9 giugno a Follina. Senza dimenticare la Notte bianca del giusto, sabato 6 luglio, quando si potranno degustare i migliori vini del concorso ‘Fascetta d’oro’.

“La Primavera del prosecco- spiega la deputata della Lega Angela Colmellere, che ha promosso una conferenza stampa alla Camera per diffondere l’iniziativa- e’ una manifestazione che vuole rendere omaggio al nostro territorio del distretto Conegliano Valdobbiadene e lo fa attraverso la valorizzazione del prodotto di questa terra, il Prosecco superiore Docg”.

Otto comuni, sedici mostre: si stapperanno il prosecco superiore e gli altri vini della zona, si potranno assaggiare iformaggi e i salumi del territorio. “È la ventiquattresima edizione- dice ancora Colmellere intervista dall’agenzia Dire-abbiamo una storia importante alle spalle, fatta di volontari che lavorano a queste feste, di presenze che continuano a crescere e che noi speriamo diventino sempre piu’ numerose perche’ il territorio e’ veramente particolarissimo: arrampicato sulle montagne, difficile da lavorare ma straordinario dal punto di vista paesaggistico. Merita attenzione e considerazione, anche per questo e’ candidato ad essere patrimonio dell’umanita’”.

Giovanni Follador, presidente del comitato Primavera del prosecco superiore, e’ piu’ che soddisfatto: “Il Prosecco superiore Docg sta andando a meraviglia, siamo arrivati a 90 milioni di bottiglie, un numero impressionante che si esporta all’estero per piu’ del 50%. E’ una grande risorsa che ha portato benessere e ricchezza su colline che sono impervie, colline lavorate a mano da chi ha permesso anche di salvaguardare un territorio che altrimenti sarebbe rimasto abbandonato in mezzo alle boscaglie e ai rovi e invece e’ uno splendido vedere”.

Oltre al vino e al cibo, tra le colline di Conegliano Valdobbiadene si potra’ fare sport: il 2019 e’ l’anno europeo dello slow tourism e le mostre della Primavera del prosecco superiore lo celebreranno tramite passeggiate, lezioni di nordic walking, incontri e presentazioni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»