fbpx

Tg Pediatria, edizione del 14 marzo 2019

VACCINI, GRILLO: NO PASSI INDIETRO, SUPERARE LORENZIN

“Sui vaccini io e il governo non faremo passi indietro”. Lo scrive il ministro della Salute Giulia Grillo in un messaggio facebook. “Siamo per il modello della raccomandazione, che agisce sulla consapevolezza e la piena informazione sui temi della prevenzione. Con il nostro disegno di legge intendiamo superare l’obbligo delle 10 vaccinazioni, mantenendo quello per il morbillo perché i dati dell’Oms e del ministero ci confermano che è ancora necessario. La proposta della nuova legge punta su interventi mirati in base alle condizioni epidemiologiche, ha già cominciato il suo iter al Senato- conclude- ci sono tutte le condizioni affinché venga approvata prima dell’estate”.

VACCINI, IL BOARD: INCENTIVARE COMPORTAMENTI CORRETTI

L’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso a scuola si è resa necessaria perché la continua disinformazione sul tema delle vaccinazioni ha determinato nei genitori un diffuso stato di incertezza sul loro grande beneficio e un conseguente pericoloso abbassamento delle coperture vaccinali. Lo ribadisce il Board del Calendario Vaccinale per la Vita (SIP, SItI, FIMP, FIMMG). “Invece di instillare ancora dubbi nella popolazione o consentire comportamenti opposti alle raccomandazioni derivanti dalle evidenze scientifiche, pericolosi e contrari alla legge, è importante oggi più che mai- termina il Board- educare ad assumere comportamenti individualmente e socialmente corretti e civili”.

BULLISMO, SIP: BULLI GIÀ A 7 ANNI, RAGAZZI DI OGGI PIÙ ARRABBIATI

“Su un campione di 10mila studenti il 12% è risultato vittima di cyberbullismo e il 33% di bullismo”. Un fenomeno che “è sempre esistito, ma negli ultimi 5 anni abbiamo riscontrato nei ragazzi una maggiore rabbia, aggressività e mancanza di empatia. Inoltre, se prima il bullo era un adolescente tra i 14 e i 16 anni, adesso il fenomeno inizia sempre prima e troviamo bulli anche tra i 7 e gli 8 anni”. A dirlo è Elena Bozzola, consigliere e segretario della Sip, nel corso delle audizioni della Commissione parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza. “Le tecnologie hanno reso questo fenomeno ancora più preoccupante”, aggiunge la pediatra, ed è in questo settore che si sta indirizzando l’impegno della Sip.

ISS: TOTALE NATI PMA NEL 2017 DEL 3%, ETÀ MEDIA MAMME 37 ANNI

La percentuale di nati in Italia con tutte le tecniche di Procreazione medicalmente assistita (Pma) è stata del 2.9% nel 2016 e del 3% nel 2017. Aumentano anche le coppie che ricorrono alla Pma nel nostro paese perché è sempre più tardiva l’età al concepimento del primo figlio. Lo dice Giulia Scaravelli, responsabile del Registro nazionale della Pma dell’Iss, presente in un convegno in Senato.

AUTISMO, 6 APRILE CONVEGNO CON PROGETTO MAPPATURA CENTRI

In aiuto delle famiglie l’Oisma presenterà il 6 aprile a Roma, nell’ambito di un convegno con l’Università La Sapienza e l’IdO, un progetto di mappatura delle strutture più accreditate sul territorio nazionale per il trattamento dei disturbi dello spettro autistico. A presentare l’iniziativa, organizzata in occasione della giornata di consapevolezza dell’autismo, è Rosaria Ferrara, presidente Oisma.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

14 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»