Sugherete danneggiate dalla neve, dalla Sardegna parte un sos a Martina

L'assessore all'Ambiente, Donatella Spano, scrive a Martina: "Serve un piano di intervento straordinario"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Un piano di intervento straordinario per le sugherete danneggiate dall’eccezionale nevicata dello scorso gennaio. Lo chiede l’assessora all’Ambiente, Donatella Spano, con una lettera inviata al ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina. L’esponente della Giunta sottolinea l’urgenza di intervenire per evitare il pericolo di ulteriori perdite “e di esporre a gravi conseguenze il delicato sistema agroforestale delle sugherete, importante per la Sardegna”. La nevicata, spiega Spano nella lettera, “ha determinato, in ampie zone e nell’entroterra del nuorese e in Gallura, una grave compromissione dei boschi di sughera. La Sardegna- ricorda l’assessora- con 114.000 ettari di sugherete mediterranee, contribuisce per l’83% al valore nazionale della superficie boscata, mentre i 22.000 ettari di pascoli arborati, non trovano riscontro nel resto d’Italia”.

Una simile realtà rappresenta “una ricchezza di inestimabile valore ambientale ed economico– sottolinea l’assessora- che consente a migliaia di persone di trarre beneficio dallo svolgimento di attività produttive direttamente connesse all’utilizzo di questo patrimonio”. A Martina, anche a nome degli assessori all’Industria e all’Agricoltura, Spano sollecita dunque un segnale concreto del Governo alle comunità colpite, “che non sarebbe adeguato se basato sulle sole risorse del bilancio della Regione Sardegna: per dare risposte alle reali esigenze delle popolazioni colpite- conclude- occorre adottare un piano di intervento straordinario, alla cui definizione esprimo sin d’ora la piena disponibilità sia a livello politico sia tecnico”.

di Andrea Piana, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»