Sbarco di 158 migranti dalla ong Aita Mari al porto di Messina, fermato presunto scafista

La quadra mobile e il Gico della guardia di finanza hanno fermato un 23enne del Gambia e denunciato un 14enne della Guinea
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Dopo lo sbarco dei 158 migranti dalla nave ong Aita Mari al porto di Messina, la squadra mobile e il Gico della guardia di finanza hanno fermato un 23enne del Gambia e denunciato un 14enne della Guinea.

I due sono sospettati di essere gli scafisti del viaggio che aveva portato i profughi dalle coste della Libia nelle acque del Mediterraneo, dove erano stati poi soccorsi dalla ong. Sono stati individuati grazie alle testimonianze dei migranti.

Il 23enne si trova nel carcere Gazzi di Messina in attesa dell’udienza di convalida del fermo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»