Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Più autonomia (soldi) per Veneto e Lombardia: la Lega si gioca tutto

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ROMA - Alla fine è arrivata. Stasera in Consiglio dei
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alla fine è arrivata. Stasera in Consiglio dei ministri si ufficializza la procedura, chiesta con referendum da Lombardia e Veneto, di avere più autonomia. Tradotto: le risorse di quelle Regioni devono rimanere ed essere investite tutte lì.

E le Regioni povere del Sud? Saranno costrette a spendere meno e meglio i loro soldi, senza aspettare i nostri dicono i ‘ricchi’ del Nord. Battaglia cruciale per la Lega di Matteo Salvini. Qui si gioca la tenuta (e la durata) del governo.

La Regione Campania, intanto, lancia l’allarme e chiama tutte le altre ad un nuovo Risorgimento. Il tema, per la verità, attraversa e spacca tutte le forze politiche: perché tutte hanno parlamentari eletti al Nord e al Sud.

Chiave di volta sarà il Movimento 5 Stelle. Al momento il dibattito è in corso e non è stata ancora presa una posizione ufficiale. Ma Salvini ha messo le mani avanti dicendo che l’accordo con Di Maio c’è già.

Bisogna cominciare presto, subito. Il 24 febbraio si vota in Sardegna. Lì la Lega punta a far man bassa, visto che ha già stretto l’alleanza col Partito Sardo d’Azione, forza storica del territorio. Salvini ci conta, tanto che oggi al ministero riceverà una folta delegazione di pastori sardi, in lotta per ottenere 1 euro per ogni litro di latte prodotto. Dalle stalle alle stelle.

LEGGI DIREOGGI – EDIZIONE DEL 14 FEBBRAIO

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»