Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Roma torna fiera ‘Canapa mundi’ tra arte, cibo e workshop

cannabis
Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ROMA - Si chiama Canapa Mundi la fiera internazionale della
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si chiama Canapa Mundi la fiera internazionale della canapa che si terrà a Roma dal 15 al 17 febbraio 2019. Dalle 11 alle 20, al PalaCavicchi, via Ranuccio Bianchi Bandinelli 130, ci sarà una grande per famiglie, amatori, appassionati, curiosi, addetti ai lavori, medici e scienziati. Le parole d’ordine sono sostenibilità, benessere e tradizione e si uniscono a nuove tendenze tra artigianato, start up, cibo, medicina e cultura. Gli interessati quindi potranno trovare canapa industriale, cannabis light, banche del seme e prodotti per la coltivazione e per l’uso ricreativo, gastronomia made in Italy e gastronomia Vegan, workshop, business networking room, ma anche sfilate di moda, presentazione di libri, mostre fotografiche e di fumetti, installazioni artistiche, sala allattamento, spazio bimbi, giochi e premiazioni, Dj area e dancehall.

TUTTI GLI APPUNTAMENTI

I 10.000 metri quadrati di fiera saranno il palcoscenico di 250 realtà provenienti da tutto il mondo. Un modo divertente per far scoprire le sfumature della canapa ai curiosi, ma anche ai professionisti: quello di Canapa mundi è un appuntamento culturale, ricreativo ed accademico. Si terrà infatti anche una Conferenza Scientifica sulla canapa, con un programma fitto e interessante, nel quale spiccano il focus legato alla nutraceutica e alla fitobonifica, ma anche i panel dedicati alla cannabis terapeutica e alla medicina veterinaria, all’evoluzione legislativa e al business. E sempre al business è dedicata anche la serie di appuntamenti organizzata per favorire l’incontro e il confronto tra i professionisti del settore, in un’ottica di co-produzione, co-branding e condivisione di nuove tecniche e strategie. Per chi si affaccia per la prima volta sul mercato della canapa invece, sono di valida utilità i workshop tematici che si susseguiranno lungo le tre giornate della Fiera, come quello dedicato alla selezione dei prodotti più adatti e professionali per la coltivazione.

LEGGI ANCHE Cannabis, ne serve di più per le cure. Governo: “Ecco come faremo”

Tra gli appuntamenti più innovativi, quelli dedicati alla stampa 3D, che uniscono ecosostenibilità e alta tecnologia, e i laboratori dedicati ai massaggi olistici e agli intrecci di canapa. Ma anche arte e moda: Giulia Falciani, un’artista poliedrica, presenterà a Canapa Mundi una mostra di fumetti, così come ci sarà la possibilità di vedere l’opera d’arte 50 Shades of Green firmata Burningmax, un’installazione d’arte immersiva ed “esperienziale” realizzata a partire da canapa tessile, tinta in 50 variazioni che portano alla luce tutti i colori della canapa, introducendo i visitatori ad un’esperienza anche olfattiva.

LEGGI ANCHE Cannabis, la svolta dell’Oms: “Rimuoverla dall’elenco delle sostanze più pericolose”

La moda invece si manifesta nella sfilata in programma per il pomeriggio di domenica 17 febbraio, realizzata grazie alla preziosa collaborazione dell’Istituto di Moda Burgo di Roma, che presenterà la collezione “Modus sativa”, e all’apporto di Verdefilo Lab di Cesarina di Domenico e dell’artigiana Simona Colombo. Non solo grandi però. L’organizzazione infatti mette a disposizione uno spazio dedicato appositamente a bambine e bambini, dove poter giocare, divertirsi e stimolare la creatività con nuovi laboratori manuali a tema Canapa ideati appositamente per bambini dai 6 anni in su. Durante l’evento, inoltre, Canapa Mundi in città propone la “Settimana della Canapa”: un’occasione per esplorare la bellezza di Roma e i suoi luoghi più canaposi comodamente in bicicletta o in scooter elettrici, sempre nel segno della sostenibilità. Come ogni anno poi, provvede a garantire a tutti i visitatori una rete di collegamento con navette gratuite dalla fermata metro Anagnina.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»