Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 14 gennaio 2022

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

OMICRON ALL’81%, LOMBARDIA E VENETO RESTANO GIALLE

Il 3 gennaio la variante Omicron in Italia era già prevalente all’81%, rispetto ai test analizzati dall’Istituto superiore di sanità che ha condotto un’indagine sulle varianti. Mentre il Paese si avvicina al nuovo picco dell’epidemia, Lombardia e Veneto annunciano che resteranno in zona gialla dopo l’ultimo monitoraggio. L’Ordine dei medici è contrario al cambiamento del conteggio dei positivi, che esclude gli asintomatici ricoverati per altre patologie che scoprono di avere il virus proprio in ospedale. I medici si rivolgono al ministro della Salute Roberto Speranza e alle regioni: “Chiediamo misure di controllo dell’epidemia- dicono- non operazioni di maquillage che camuffino la tragicità e la portata della pandemia”.

QUIRINALE, GIANNI LETTA SPINGE PER PRESIDENTE CONDIVISO

Vertice del centrodestra nella villa romana di Silvio Berlusconi sull’Appia antica. Forza Italia e Lega sembrano compatte sulla candidatura del Cavaliere al Colle. Secondo Matteo Salvini “nessuno può dire no a Berlusconi perchè è stato presidente del Consiglio per tre volte”. Il Pd continua a fare muro sull’ex premier, considerato un candidato divisivo, mentre Gianni Letta ribadisce l’importanza “dell’interesse generale e del bene comune” che deve guidare tutti nella scelta del successore di Sergio Mattarella.

L’ULTIMO SALUTO A SASSOLI AI FUNERALI DI STATO

Ai funerali di Stato nella basilica di Santa Maria degli Angeli, a Roma, il feretro di David Sassoli è stato avvolto nella bandiera europea. A Sassoli sono stati tributati gli onori militari. Presenti le maggiori cariche dello Stato: dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al premier Mario Draghi. C’erano anche la presidente della Commissione Ursula von der Leyen e il numero uno del Consiglio europeo, Charles Michel. Durante l’omelia, l’arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, amico sin dai tempi del liceo di Sassoli, ha definito l’ex presidente del Parlamento europeo “il compagno di classe che tutti vorrebbero”.

BOLLETTE, GOVERNO PENSA DI TASSARE GLI OPERATORI

Aumenta il prezzo del caffè, dello zucchero, del latte, del cacao, della farina e della pasta. E’ la catena dei rincari, partita dalle fiammate inflazionistiche sui beni energetici, che ora si riflette sui prodotti di prima necessità che i consumatori acquistano nei negozi. Per arginare i rialzi delle bollette di luce e gas, la maggioranza spinge per un nuovo scostamento di bilancio, ma questo potrà arrivare solo dopo la partita del Quirinale. Intanto il governo sta mettendo a punto una strategia che prevede due interventi principali: potenziare la capacità estrattiva del gas metano e tassare gli extra profitti realizzati in questi mesi dalle imprese del comparto dell’energia. Come spiega la viceministra dell’Economia, Laura Castelli, a Radio Cusano, si lavora a un contributo di solidarietà a carico degli operatori per costringerli a partecipare all’abbattimento dei costi delle bollette.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»