Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, nuovi parametri e personale scuola: cambia la campagna vaccinale

Non più basata esclusivamente sui target specifici ma rivolta alla massa. Inoltre, verrà preso in considerazione anche il tasso di utilizzo delle varie Regioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Cambiano, dai primi di febbraio, i parametri della campagna di vaccinazione in Italia: non più basata esclusivamente sui target specifici ma rivolta alla massa. Inoltre, verrà preso in considerazione anche il tasso di utilizzo delle varie Regioni. È quanto riferito a Regioni e enti locali dal commissario Domenico Arcuri durante il vertice convocato dal ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia. Secondo Arcuri la campagna dovrà quindi tenere conto del numero degli abitanti per regione e a breve partiranno le somministrazioni per gli ultraottantenni. Il commissario ha confermato l’incremento delle dosi in arrivo e il via alla somministrazione del secondo richiamo: da questo punto di vista le Regioni dovranno conservare il 30% delle dosi attualmente a loro disposizione. Infine, si inizia a discutere anche dell’inserimento di insegnanti e personale scolastico (circa 1,2 milioni di persone) nella campagna.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»