Da Rula Jebreal a Dua Lipa, le dieci ragazze di Amadeus a Sanremo

Appuntamento dal 4 all'8 febbraio. Tra gli ospiti anche Salmo, Mika e Dua Lipa. A 'L'altro Festival' Myss Keta affianca Nicola Savino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dieci ragazze per me posson bastare”, cantava Lucio Battisti. Amadeus avrà pensato a questa celebre frase quando ha cominciato a delineare il suo primo Festival di Sanremo come direttore artistico. Saranno dieci, infatti, le donne che accompagneranno il conduttore nel corso delle cinque serate, in programma dal 4 all’8 febbraio. A confermarlo lo stesso Amadeus, durante della conferenza stampa di presentazione del festival che si è tenuta stamattina al Casinò di Sanremo.

Sono la modella e compagna di Valentino Rossi Francesca Maria Novello, Antonella Clerici, Diletta Leotta, le giornaliste del Tg1 Emma D’Aquino e Laura Chimenti. Ci saranno poi anche Sabrina Salerno, la modella e compagna di Cristiano Ronaldo Georgina Rodriguez, la conduttrice albanese Alketa Vejsiu e Rula Jebreal, la partecipazione della quale ha scatenato non poche polemiche nelle scorse settimane. Il ruolo della giornalista palestinese sarà quello di raccontare la questione femminile e la centralità della non violenza.

LEGGI ANCHE

Sanremo, Faraone: “La Rai si piega ai diktat di Salvini, porto in vigilanza il caso di Rula Jebreal”

Rula Jebreal a Sanremo 2020? Sui social scoppia la polemica

Fuori dal palco dell’Ariston qualsiasi discorso politico, come ha sottolineato Amadeus: “Mi occupo di spettacolo, non di politica. Deve prevalere lo show. Quando si dà risalto alle donne non importa il colore della pelle o il ceto sociale. Le donne vanno rispettate e la violenza non ha appartenenza politica”. Alle nove co-conduttrici si aggiunge, nella serata finale, Mara Venier. La ‘zia’ farà da ponte tra la finale del festival e la puntata di ‘Domenica In’, che ogni anno racconta quello che è successo durante la settimana appena trascorsa.

In rosa anche ‘L’altro Festival’, la versione 2.0 del ‘Dopo Festival’, in onda ogni sera dopo la puntata su Rai Play. Ad affiancare Nicola Savino ci sarà la rapper Myss Keta.

LEGGI ANCHE: MYSS KETA senza maschera, ecco il viso della misteriosa rapper

“Ho pensato- ha spiegato Amadeus- perché devono essere solo due le donne? Ci possono essere tante donne di diversa età, di diverso ruolo che raccontano tante storie. Così ho invitato alcune amiche, persone che conosco, con le quali ho lavorato o che mi stupiscono in quello che fanno”.

Tra le donne di Sanremo 70 ci sarà anche Monica Bellucci, ospite nella seconda puntata. Ultima ma non ultima Dua Lipa. La cantante è tra i super ospiti confermati, accanto alla popstar scozzese Lewis Capaldi e a Roberto Benigni.

Alla lista delle guest star si aggiungono Salmo, Mika, Johnny Dorelli e gli attori dei film ‘Gli anni più belli’ di Gabriele Muccino e ‘La mia banda suona il pop’ di Fausto Brizzi.

Massimo Ranieri duetterà con Tiziano Ferro nel corso della terza serata. Il cantautore di ‘Rosso Relativo’, come annunciato prima delle vacanze natalizie, sarà presenza fissa del festival. “Sanremo mi ha fatto diventare un sognatore- ha detto Tiziano in un video messaggio mandato in conferenza stampa- perché quando ero ragazzino lo guardavo e speravo di fare quello. Esserci per cinque sere è veramente un bellissimo privilegio. Sono felice e a 40 anni essere felice come un bambino di 8 è una fortuna e la devo ad Amadeus. Grazie per quella telefonata. Succederanno cose divertenti ed emozionanti. Non vedo l’ora”. Fiorello sarà ugualmente presente nel corso delle puntate con interventi ancora non definiti. In trattativa, per la questione ospiti, rimangono Ultimo, Zucchero e Al Bano e Romina. La coppia potrebbe esibirsi, per la prima volta dopo 25 anni, con un inedito scritto da Cristiano Malgioglio.

La carne al fuoco è tanta e Sanremo 70 sarà sicuramente un banco di prova importante per Amadeus, che si trova a gestire un’edizione orfana del direttore di Rai Uno, Teresa De Santis. “Da noi vince la squadra, è un fatto imprevedibile ma ci attrezzeremo”, hanno spiegato i dirigenti dell’azienda di Viale Mazzini in conferenza. “Sarà il più grande show che abbiamo mai avuto in Italia”, ha promesso, invece, Amadeus. Sarà “un Sanremo che guarda al presente e al futuro” e per accentuare l’effetto spettacolarità, quest’anno ci sarà anche un palco esterno nella vicina piazza Colombo. “È l’intera città che deve pulsare– ha dichiarato il conduttore- la sacralità del teatro resta ma c’è un’uscita. Anche da parte mia. Accoglierò i cantanti fuori o li porterò dentro” e viceversa. Le sorprese sono ancora tante e saranno annunciate nei prossimi giorni. Per ascoltare le 24 canzoni in gara l’appuntamento è in prima serata su Rai Uno a partire dal 4 febbraio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»