Positivo al Covid bussa alla porta dell’amante, i carabinieri lo riportano dalla moglie

Il fatto è successo a Bologna: l'uomo era sottoposto all'isolamento fiduciario e così l'amante si è rifiutata di aprirgli la porta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Positivo al Covid e in isolamento fiduciario, è stato trovato dai Carabinieri mentre continuava a bussare insistentemente alla porta di casa dell’amante, intenzionato a farsi aprire e a salire in casa della donna. Lei, però, essendo a conoscenza della sua situazione sanitaria, lo ha lasciato fuori senza nessuna intenzione di aprirgli, e ha atteso l’arrivo dei militari che lo hanno riportato da sua moglie per proseguire l’isolamento fiduciario. È successo a Castel Maggiore, alle porte di Bologna, dove i Carabinieri in questi giorni stanno portando avanti i controlli e le sanzioni per mancato rispetto delle misure anti-Covid a Bologna e dintorni.

Solo negli ultimi due giorni, i Carabinieri del comando provinciale hanno identificato 1.193 persone e controllato 1.107 veicoli e 197 esercizi pubblici. Una trentina di persone è stata multata.

Ecco i casi più particolari segnalati dai Carabinieri, tra cui appunto l’automobilista multato perchè andato dall’amante nonostante fosse sottoposto alla sorveglianza sanitaria con isolamento fiduciario.

Tra gli altri, alle 18.30 di ieri davanti a un bar di Baricella (che in quel momento era chiuso) i Carabinieri di Minerbio hanno sanzionato 16 persone, tra cui italiani, marocchini e romeni che stavano bevendo birra all’esterno del locale. Il titolare del bar era già stato sanzionato recentemente, perché sorpreso a somministrare alimenti e bevande al di fuori dell’orario consentito.

A Sasso Marconi, poi, è stato denunciato un 42enne italiano per vilipendio per aver manifestato, sui social network, non una critica ma disprezzo verso i Carabinieri, che lo avevano multato di recente.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»