FOTO | Maltempo, violenta mareggiata colpisce Porto Sant’Elpidio

Marcozzi (Fi): "Niente interventi sulla costa, precise responsabilità"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANCONA – La violenta mareggiata che questa notte si è abbattuta sulla costa fermana ha provocato ingenti danni, in particolare lungo il litorale di Porto Sant’Elpidio. Onde molto alte si sono abbattute sulla spiaggia finendo per invadere il lungomare sud della città, provocando danni a diversi stabilimenti balneari e trascinando in strada sassi e detriti. Sin dalle prime ore dell’emergenza sul posto, insieme ai concessionari, si è recato il sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci.

LEGGI ANCHE

Disagi su autostrada A14, il Mit valuta la sospensione dei pedaggi

Una vittima, incendi e barche danneggiate: Venezia fa la conta dei danni del maltempo

VIDEO E FOTO | Tromba d’aria nel Salento, ingenti i danni

“Già da un’ora gli operai dell’ufficio tecnico comunale e la Ecoelpidiense sono al lavoro per tentare di ripristinare al meglio la carreggiata del lungomare sud devastata dalla mareggiata di questa notte- scrive sulla sua pagina Facebook il primo cittadino all’alba-. Se si percorre questa strada prestare comunque la massima attenzione”. Poche ore dopo la decisione di chiudere la strada.

“Il tratto di strada del lungomare sud immediatamente dopo la curva è interdetto per pulizia straordinaria e rimozione di sassi e detriti- conclude Franchellucci-. Non appena saranno terminati i lavori sarà subito riaperta la viabilità”. Per la consigliera regionale Jessica Marcozzi (Fi) però in questa ennesima emergenza che ha interessato il sud delle Marche “ci sono precise responsabilità” da attribuire.

“La mareggiata abbattutasi sulla costa fermana, con particolare incidenza a Porto Sant’Elpidio è la prova provata, l’ennesima, se mai ce ne fosse bisogno, che la ‘cordata rossa’ è totalmente fallimentare, a tutti i livelli- spiega Marcozzi-. Il Pd governa il paese, la Regione, la Provincia, il Comune eppure non riescono a mettere nemmeno una pezza alle mareggiate. E i costi ricadranno ancora una volta sui nostri operatori balneari che, da punta di diamante dell’economia e dell’occupazione marchigiana e fermana, si trovano costretti a diventare vittime dell’incapacità amministrativa del Pd”.

La giunta regionale di centrosinistra, secondo la consigliera azzurra, ha ignorato le criticità del litorale fermano. “Hanno ignorato Porto Sant’Elpidio nelle priorità del Piano di difesa della costa, quasi non fosse un’emergenza che invece si protrae da troppo tempo- conclude Marcozzi-. Nessun intervento tampone, figuriamoci opere strutturali, nessuna pianificazione o studio complessivo, nessuno stanziamento significativo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

13 Novembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»