Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il mondo del cinema a Roma per il Mia, il Mercato internazionale dell’Audiovisivo

DARIO_FRANCESCHINI_MIA
Oltre 50 paesi e 1.700 partecipanti, presenti star da Borghi a Zerocalcare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Oltre 140 proiezioni cinematografiche, pari al +30%, 1.700 partecipanti da oltre 50 Paesi a cui verranno presentati più di 350 nuovi contenuti. È il Mia, il Mercato internazionale dell’Audiovisivo che torna a Roma da oggi, 13 ottobre, al 17 ottobre. Una cinque giorni ricchissima di eventi che vedrà protagonista il meglio del cinema e dell’audiovisivo italiano rappresentato da Stefano Accorsi, Phaim Bhuiyan, Marco Bellocchio, Fabrizio Bentivoglio, Alessandro Borghi, Alessandro Gassmann, Luigi Lo Cascio, Neri Marcorè, Valerio Mastandrea, Ferzan Ozpetek, Alessandro Rak, Giorgio Tirabassi e Zerocalcare. Diretta da Lucia Milazzotto, la settima edizione del Mia si terrà nei palazzi storici del centro di Roma, distribuita tra Palazzo Barberini, cinema Moderno e cinema Quattro Fontane, per accogliere in totale sicurezza, in ambienti protetti e Covid proof, l’industria nazionale e internazionale dell’audiovisivo, all’insegna della sostenibilità ambientale. L’attività in presenza sarà potenziata dal ritorno del Mia digital, piattaforma online che consentirà a tutti gli operatori la fruizione digitale di tutte le attività e di tutti i servizi del Mercato anche dopo la fine dell’evento e offrirà la possibilità di accedere a un vasto catalogo di contenuti multimediali inediti.

Anche quest’anno il Mia si conferma meta privilegiata dei top players del settore ed evento che si è affermato nel corso del tempo come uno dei più importanti eventi di mercato in Europa per numero di presenze e risultati delle attività, al fine di incrementare l’esportazione di prodotto, le co-produzioni e le relazioni di business a livello internazionale. Tra i 1.700 partecipanti il 90%, tra operatori internazionali e nazionali, parteciperà fisicamente all’evento, a riprova non solo della volontà da parte della comunità audiovisiva internazionale di tornare nuovamente a incontrarsi dal vivo, ma anche e soprattutto del rinnovato interesse e fiducia verso la capacità produttiva italiana e il Sistema Paese. Delle oltre 140 proiezioni previste, 80 sono anteprime di mercato e anteprime mondiali.

Ma il Mia ha rinnovato anche l’offerta di contenuti, strumenti di networking e di mercato attraverso il potenziamento di tre divisioni: Scripted, curata da Gaia Tridente e in cui convergono le sezioni Film e Drama; Unscripted, curata da Marco Spagnoli, che comprende Doc e Factual, e infine Strategic Development – cui fanno capo anche i market screenings, i content showcase del film e le attività legate alla compravendita del prodotto completo – affidata a Francesca Palleschi. Tra le collaborazioni consolidate, tornano quelle con Anica e Apa, Associazione Produttori Audiovisivi, oltre al rinnovato supporto di ministero degli Esteri e dell’Ice e il contributo dei ministeri della Cultura, dello Sviluppo economico, della Regione Lazio e del programma Media dell’Unione europea. Rinnovate anche per quest’anno le principali partnership del Mia con UniCredit, Apulia Film Commission e Fondazione Cinema per Roma, a cui si aggiungono nuovi sostenitori commerciali per il 2021, come Fastweb. 

FRANCESCHINI: “SARÀ UNO DEI SETTORI TRAINANTI CRESCITA ITALIANA”

 “Il Governo e il Parlamento hanno fatto un investimento molto importante in questi anni sul cinema. Il mercato del cinema e dell’audiovisivo nel mondo sta crescendo enormemente, sarà uno dei settori più in crescita negli ultimi anni e l’Italia può esercitare e sta esercitando un ruolo di guida. Dalle nuove misure sul tax credit, le nuove risorse e un grande investimento su Cinecittà hanno moltiplicato l’attrattività italiana, dunque investire nel cinema non è più soltanto un fattore culturale, importantissimo, ma è una grande opportunità economica. Il cinema sarà uno dei settori trainanti della crescita economica italiana dei prossimi anni”, ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, intervenendo alla presentazione del Mia a Palazzo Barberini.

RUTELLI: “IL MONDO VUOLE PRODOTTO ITALIANO DI QUALITÀ

“La cultura è fatta di industrie, di talenti, di creatività. Tutto questo si incontra nel Mia che quest’anno conta la presenza di moltissimi operatori internazionali che vogliono tornare a respirare anche per le sale cinematografiche e per tutta la filiera. I prodotti italiani sono ricercati e apprezzati, merito di chi li fa”, ha dichiarato Francesco Rutelli, presidente Anica, alla presentazione del Mercato internazionale dell’Audiovisivo. “Il ritorno della capienza al 100%- ha aggiunto- è una boccata di ossigeno per le sale, è chiaro che la ripartenza sarà graduale e ricordiamo anche che tutti questi mesi i prodotti italiani, sia per il settore televisioni, sia per le piattaforme e ora di nuovo per le sale, sono stati importanti, richiesti. A livello internazionale gli operatori cercano il prodotto italiano di qualità”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»