Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Arrivati 25 nuovi autobus per l’Atac, altri 100 a dicembre

A darne notizia, in diretta sulla sua pagina Facebook, è stata l'assessore comunale alla Mobilità, Linda Meleo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

AtacROMA  – Sono arrivati i primi 25 autobus della fornitura di 150 nuovi mezzi destinati ad Atac. A darne notizia, in diretta sulla sua pagina Facebook, è stata l’assessore comunale alla Mobilità, Linda Meleo. Meleo si è recata personalmente a bordo del primo autobus consegnato al centro diagnostico Romana Diesel per un giro di prova. Il mezzo ha una livrea rosso scuro in linea con la precedente serie ‘Roma’. “I primi 25 mezzi saranno in strada entro la fine di ottobre- ha detto- Un altro centinaio entro dicembre, forse anche di più, dipende da come vanno i collaudi”.

“I nuovi autobus faranno circolare i romani in modo migliore per la città- ha aggiunto l’assessore Meleo- Crediamo siano importanti e necessari per ricollegare e dare il servizio dovuto alle periferie. I mezzi sono anche più sicuri grazie alla cabina separata dai passeggeri. Questo crea sicurezza ma anche ordine in entrata ed uscita. Infine ci sono cinque telecamere di controllo e conta persone per garantire il controllo dei flussi ed eventualmente l’attività di controllo dell’evasione”.

LEGGI ANCHE

Raggi: “Gli autisti dell’Atac sono veri eroi”

Atac, Rettighieri: “I 150 nuovi bus merito mio e non di Raggi”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»