Clima, la scommessa dei cubi di ghiaccio: chi si scioglierà prima?

[video width="1280" height="720" mp4="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2018/09/hera-cubi-ghiaccio.mp4" poster="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2018/09/IMG_0434.jpg"][/video] MODENA - Due 'cubetti' di ghiaccio di un metro cubo ciascuno, e pesanti una tonnellata, sono
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MODENA – Due ‘cubetti’ di ghiaccio di un metro cubo ciascuno, e pesanti una tonnellata, sono stati posizionati questa mattina in piazza Matteotti. Quanto tempo ci metteranno a sciogliersi? Hera, in collaborazione con il Comune di Modena, lancia la scommessa. L’iniziativa nasce per dimostrare l’importanza dell’isolamento termico negli edifici e il risparmio energetico che ne consegue.

Infatti, un cubo rimarrà all’aria aperta, mentre l’altro è stato inserito dentro a una struttura simile a una casetta realizzata secondo i principi più moderni dell’edilizia, con certificazione ClimaGold. L’obiettivo è quello di dimostrare, quando si scioglierà il cubo all’aperto (“ci vorranno almeno tre giorni”, fa sapere Hera), quanto dell’altro rimarrà integro. In altre parole, quanto una struttura ad hoc possa influire in positivo sul consumo energetico.

La multiutility lancia la sfida: con un’apposita cartolina invita passanti e curiosi a piazzare la propria scommessa. Quanta percentuale del cubo isolato rimarrà allo scioglimento completo dell’altro: meno del 25%, tra il 25 e il 50%, tra il 50 e il 75% oppure oltre il 75%? La risposta sarà svelata il 20 settembre, quando il cubo all’aperto sarà ormai sciolto, la casetta verrà aperta e il contenuto riportato alla luce del sole.

L’iniziativa “è una metafora per dare un senso concreto e visivo di questa efficienza energetica- spiega Franco Buscaroli, di Ase, società del gruppo Hera, ricordando gli interventi energetici realizzati durante l’estate in cinque complessi scolastici, tramite la realizzazione di cappotti: “andando a migliorare l’isolamento delle superfici verticali siamo andati a migliorarne l’efficienza energetica”.

La “sfida del cubo di ghiaccio” è un format ideato da CasaClima, l’agenzia fondata per eseguire la certificazione energetica obbligatoria degli edifici in Alto Adige, ed è realizzata a Modena con la collaborazione tecnico-scientifica di Aess. l’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile. Si svolgerà nell’ambito delle iniziative del Festivalfilosofia, quest’anno incentrato sul tema della verità, che animerà strade e palchi modenesi per tutto il weekend, e si inserisce nel più ampio contesto del contratto di gestione di energia e calore degli edifici pubblici modenesi che nel febbraio 2017, in seguito a gara europea, è stato assegnato in appalto dall’amministrazione alla multiutility.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»