Scuola, Marzetti: “Per il rientro in aula continuare a rispettare le regole anticontagio”

Il Garante dell'infanzia del Lazio: "Parlare con ragazzi senza infondere paure; corsi per i docenti"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Sono stato tra i primi a richiedere la chiusura delle scuole quando iniziavano i contagi, ma ritengo necessario, per il bene degli alunni, cercare di lavorare per un ritorno alla normalità. E quando si parla di normalità la prima questione che va affrontata è la scuola. I dati scientifici, nonostante i lievi rialzi degli ultimi giorni, ci fanno ben sperare. Per questo è importante continuare a seguire le regole di contenimento del contagio: per evitare di tornare indietro”. A parlare è il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio, Jacopo Marzetti, intervistato dall’Agenzia di stampa Dire in vista del ritorno di studenti e studentesse tra i banchi di scuola a settembre, dopo i difficili mesi del lockdown. “Manca davvero poco all’auspicato rientro alle attività scolastiche- continua Marzetti- Per questo è fondamentale che i genitori inizino a parlare con i ragazzi del ritorno in aula, dell’importanza della scuola e dell’eccezionalità del momento che hanno passato, ma, lo dico da Garante e da padre, senza infondere paure eccessive, perché rischiamo di traumatizzarli”.

Per Marzetti, poi, è fondamentale che anche gli insegnanti siano messi nelle condizioni di accogliere al meglio bambini e ragazzi nella scuola del post-Covid. “È dovere delle istituzioni far tornare gli studenti in classi ben organizzate– sottolinea- Per questo bisogna accelerare i tempi e fare in modo che le scuole siano pronte e adeguate. I docenti, poi, devono essere preparati in modo omogeneo sulla questione. Per questo ritengo sia opportuno organizzare corsi di aggiornamento tenuti da pediatri e psicologi dell’età evolutiva. Come Autorità Garante sono disponibile ad offrire il mio supporto, attraverso incontri specifici con docenti referenti e dirigenti scolastici”.

I CORSI POST-COVID PER I DOCENTI

Due gli obiettivi della proposta dei corsi post-Covid per docenti, sottoposta da Marzetti al Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, e al direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Rocco Pinneri: fornire un unico indirizzo sulle misure da adottare per garantire il diritto alla salute in tempi di coronavirus e mettere a disposizione dei docenti degli strumenti per far comprendere ai ragazzi l’importanza del rispetto delle regole, facendo attenzione a non infondere in loro un senso di insicurezza. Se, “da un lato, occorre spiegare ai ragazzi che cosa è successo e perché sono state prese misure di contenimento, anche drastiche, come il lockdown- sottolinea il Garante Infanzia e Adolescenza del Lazio- dall’altro bisogna far capire loro che devono dedicare particolare attenzione alle precauzioni indicate dalla comunità scientifica“. Il tutto, sempre prestando la massima accortezza per “evitare di traumatizzarli, spiegando che si tratta di una cosa temporanea e che, si spera il prima possibile, si tornerà totalmente alla normalità”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»