Sfiducia, respinta la proposta della Lega: Conte in Aula il 20 agosto. Salvini: “Ok taglio dei parlamentari e subito al voto”

Torna bipolarismo in aula al Senato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Torna in bipolarismo in aula al Senato. L’asse M5s, Pd, Misto respinge le mozioni presentate da Annamaria Bernini (Fi), Massimiliano Romeo (Lega) e Ignazio La Russa (Fdi) che volevano anticipare la mozione di sfiducia al premier Giuseppe Conte. Il Senato tornera’ a riunirsi il 20 agosto alle ore 15 per comunicazioni del presidente del Consiglio.

COSA E’ ACCADUTO IN AULA PRIMA DELLA VOTAZIONE

Il centrodestra si ricompone in aula al Senato. La Lega interviene per chiedere il voto di sfiducia a Conte, Ignazio La Russa chiede di far seguire le comunicazioni del premier Conte da un voto di sfiducia, Anna Maria Bernini per Forza Italia ringrazia la presidente Casellati “per averci dato l’opportunita’ di essere qui e di manifestare chi e’ vera opposizione e chi invece sta preparando nuovi progetti contrari alla volonta’ popolare e alieni al voto di questo parlamento”: Noi dice Bernini “vogliamo votare il piu’ velocemente possibile la mozione di sfiducia gia’ presentata”.

Matteo Salvini arrivando in Senato dichiara: “Non ritiro i ministri della Lega“, quindi in Aula esordisce dicendo: “Non si capisce perché non si debbano disturbare i poveri parlamentari a ferragosto”. Il ministro viene quindi contestato dai parlamentari e interrotto. La presidente Elisabetta Casellati fatica a contenere le proteste, ma Salvini riprende la parola e attacca ancora: “Invidio un po’ di abbronzature che sono lì ma fa niente”.

“Sono arrivate alcune proposte, le raccolgo- aggiunge il vicepremier-. L’amico e collega Luigi Di Maio piu’ di una volta ha ribadito in questi giorni di votare il taglio dei 345 parlamentari e poi andiamo subito al voto. Prendo e rilancio. Si vota il taglio dei parlamentari e poi si va subito al voto. Noi ci siamo. Affare fatto”. Lo dice Matteo Salvini in aula a Palazzo Madama. E aggiunge: “Vedo che dai banchi del Pd non applaudono piu’. E anche qualche abbronzatura si sta stingendo”.

SALVINI: RENZI COMPRENSIBILE, SA CHE LO MANDANO A CASA

“Renzi, con i disastri che ha fatto, sa che gli italiani lo mandano a casa sicuramente, è umanamente comprensibile. Sta attaccato alla poltrona con il vinavil”. 

SALVINI A M5S: RITIRO SFIDUCIA? NON È MERCATO DEL PESCE

“Non siamo al mercato del pesce. Il governo era fermo, andiamo subito al voto”. Così Matteo Salvini risponde al M5s che chiede di votare insieme il taglio dei parlamentari solo con il ritiro della mozione di fiducia a Conte.

SALVINI A M5S: PENSATECI 3 VOLTE AD ALLEARVI CON IL PD

“Sfida accettata per tagliare i parlamentari e poi andare al voto subito, altrimenti amici 5 stelle prima di allearvi con questa squadra pensateci 3 volte, poi auguri”.

SALVINI CITA BORSELLINO: CHI HA PAURA MUORE OGNI GIORNO

“Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola”.

DI MAIO A SALVINI: LEGA HA CEDUTO, SETTIMANA PROSSIMA TAGLIAMO 345 PARLAMENTARI

“Voglio darvi una buona notizia, dopo le proteste dei cittadini nelle piazze e sui social la Lega ha ceduto sul taglio dei parlamentari, una riforma del MoVimento 5 Stelle e che il Paese aspetta da anni. Settimana prossima tagliamo 345 parlamentari”. Lo dice Luigi Di Maio su facebook. “Sono ancora seriamente preoccupato per milioni di famiglie italiane e per il rischio che aumenti l’Iva. Non comprendiamo ancora le ragioni di tutto questo caos improvviso, in pieno agosto, senza senso. Nessuno capisce i motivi di chi sta tentando di portare l’Italia sull’orlo del precipizio mentre i cittadini, invece, chiedono giustamente risposte. Ma l’ho già detto: ognuno è artefice del proprio destino e certe cose si pagano. Il MoVimento si è sempre comportato con correttezza e lealtà, facendo il meglio per gli italiani. Ci basta sapere questo. Ad ogni modo ho sentito dire ai leghisti, in un momento di euforia, che taglieranno anche gli stipendi dei parlamentari. È giusto però che i cittadini sappiano che una proposta in tal senso già c’era, è nostra e la Lega l’ha bloccata per un anno. Solo uno stupido però non cambia mai idea. Si può cambiare idea una e, come in questo caso, anche due volte, per carità. Abbiamo fatto 30, facciamo 31! Tagliamo 345 parlamentari e contestualmente dimezziamo anche gli stipendi di deputati e senatori. Facciamolo subito. In ufficio di presidenza della Camera abbiamo ancora la maggioranza, non serve neanche convocare le Camere. Bastano un paio d’ore e buona volontà. 20 deputati”, aggiunge Di Maio.

DI MAIO: IO ‘AMICO’? I VERI AMICI SONO SEMPRE LEALI

“Non mi sono mai piaciute quelle persone che fanno gli amici di tutti. Per me l’amicizia è una cosa seria, è un valore fondamentale nella vita, straordinario. E soprattutto, i veri amici sono sempre leali…”, aggiunge il vicepremier su Facebook. Il riferimento all’amicizia e’ con ogni probabilita’ a Matteo Salvini, che in aula si e’ rivolto a Di Maio dicendo: ‘l’amico Di Maio’.

DI MAIO: M5S PRONTO, MA SUL VOTO DECIDE MATTARELLA

“Per quanto riguarda il voto, il MoVimento 5 Stelle è nato pronto, ma è il Presidente della Repubblica il solo ad indicare la strada per le elezioni. Gli si porti rispetto”. 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

13 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»