Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Acqua fresca e un sorriso per chi vive in strada

L'attivita' del Progetto Arca nella settimana di Ferragosto: 10 mila bottiglie d'acqua e 500 kit igienici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

duomo milanoMILANO – Unita’ di strada e acqua fresca a Milano per chi resta ai margini e vive in strada. Una solitudine che diventa ancora piu’ dure nei giorni in cui la citta’ si svuota.

I volontari di Fondazione Progetto Arca potenziano l’attivita’ di assistenza e primo aiuto alle persone senza dimora a Milano, con una distribuzione straordinaria di 10.000 bottigliette di acqua fresca e 500 kit igienici, nella settimana Ferragosto (15-21 agosto).

L’acqua e i kit igienici (contenenti spazzolino, dentifricio, sapone e un asciugamano) verranno offerti alle persone in difficolta’ da un gruppo di operatori e volontari della onlus di sera, durante il servizio di Unita’ di Strada nell’area del centro, e di giorno, durante il servizio di Hub mobile in zona Stazione Centrale.

“Con una bottiglietta fresca per dissetarsi, un kit per la cura e l’igiene di se’ e un contatto umano fatto di sorrisi e parole – afferma Alberto Sinigallia, presidente della Fondazione Progetto Arca – vogliamo rendere piu’ dignitosa la vita di chi dimora all’aperto dando loro un segno di vicinanza concreta anche durante queste giornate estive”.

(www.redattoresociale.it)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»