Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro, De Laurentiis: “Mi sono innamorato”

Siglato accordo con la Regione Abruzzo: squadra in ritiro almeno per i prossimi sei anni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PESCARA – “Ho fatto una gita sola e mi sono innamorato”. Così Aurelio De Laurentiis questa mattina nel corso della conferenza stampa tenutasi a Napoli in occasione della firma con la Regione Abruzzo per il ritiro estivo della squadra per sei stagioni, questa inclusa e rinnovabili, a Castel di Sangro, città che “conoscevo – ha raccontato – per l’amicizia che mi lega a Niko Romito“, lo chef tre Stelle che proprio qui ha il suo ristorante. Tre campi di calcio incluso uno stadio da 7mila posti: una struttura che De Laurentiis ammette di aver conosciuto solo dopo essere stato invitato dal sindaco di Roccaraso a visitarla, e che lo ha subito conquistato.

Secondo il presidente del Napoli calcio almeno un milione di persone si sposterà per seguire i suoi beniamini vista la comodità della posizione geografica del centro sportivo: un’ora e mezza dalla città partenopea e un’ora e mezza da Roma.
Sono rimasto abbagliato da una bellezza straordinaria – ha aggiunto De Laurentiis descrivendo il luogo del ritiro -. Un campo di calcio in uno stadio con erba perfetta, con illuminazione perfetta, progettato per Europei Under 21. Quando poi ho visitato l’intero complesso sportivo sono rimasto affascinato. Ci sono altri campi sportivi e anche un palasport. Mi sono detto che nemmeno al San Paolo abbiamo tanta funzionalità. Mi sono innamorato di Castel di Sangro. Sono molto felice di avere trovato un’altra famiglia da sostenere anche attraverso un’azione promozionale. Quando andremo in Abruzzo? – ha concluso – Se dovessimo uscire dalla Champions, saremo a Castel di Sangro il 20 agosto. Altrimenti 12 giorni dopo“. Alla conferenza stampa hanno partecipato il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, l’assessore regionale allo Sport Guido Liris e il sindaco di Castel di Sangro Angelo Caruso. Tutti concordi: per il territorio una grande opportunità in termini di crescita.

LE PARTITE

Tre amichevoli con Teramo, Castel di Sangro e Pescara, e una quarta da giocare contro una squadra europea. E’ l’obiettivo del Napoli, che svolgerà il prossimo ritiro a Castel di Sangro, in Abruzzo. “Andiamo in una struttura all’avanguardia dove potrei invitare un Manchester o un Paris Saint Germain” ha detto il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, nel corso della conferenza stampa in occasione della sottoscrizione dell’accordo con la Regione Abruzzo.

Siamo molto amici del Liverpool, del Barcellona, di tante squadre – ha aggiunto – vediamo che cosa accade”.

LA MASCHERINA COL DOPPIO LOGO

Una mascherina con il doppio logo: quello del Napoli Calcio e quello della città di Castel di Sangro. E’ il dono che il sindaco Angelo Caruso ha fatto questa mattina ad Aurelio De Laurentiis come simbolo della nascita di una nuova collaborazione che si tradurrà nella sottoscrizione di un accordo che porterà la squadra in ritiro nella città abruzzese almeno per i prossimi sei anni.

“Proprio in questi momenti difficili si fanno scelte coraggiose, capaci di rilanciare un sistema economico a lungo trascurato – ha detto Caruso -. Vogliamo dare messaggi positivi e propositivi soprattutto ai giovani, consapevoli della grande responsabilità che assumiamo firmando questo documento che è una grande opportunità”. Elogi verso la struttura sportiva e la città abruzzese sono arrivati da De Laurentiis che ha anche voluto sottolineare l’importanza di avere a disposizione, nell’ospedale di Castel Di Sangro, una risonanza magnetica all’avanguardia, utile in caso di necessità per avere diagnosi veloci qualora vi fossero degli infortuni.

MARSILIO: “NON È SPOT DEL MOMENTO”

L’Abruzzo “basta conoscerlo per innamorarsene e purtroppo è poco conosciuto. Negli anni si è stratificata scarsa attività, poca consapevolezza di questo grande giacimento che possediamo. Non è stato potenziato, non si è investito nella promozione. Stiamo investendo questo trend e stiamo raccogliendo i primi risultati. Questo non è lo spot del momento ma ha tutte le condizioni per diventare un’occasione di crescita per il territorio e per la ricettività turistica alberghiera. Oggi sono decine di ristoranti che hanno seguito le orme del grande chef abruzzese Niko Romito, 3 Stelle Michelin. Siamo grati al presidente De Laurentiis per questa scelta. Da oggi la montagna di Castel di Sangro non sarà soltanto quella in cui andare a sciare, ma un luogo da vivere tutto l’anno”. Così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Masilio, nel corso della conferenza stampa tenutasi a Napoli in occasione della sottoscrizione dell’accordo con il Napoli Calcio.

LIRIS: “ORGOGLIO E OCCASIONE PER L’ABRUZZO”

“E’ un grande spot per l’Abruzzo, un’occasione unica per promuovere le nostre bellezze e la cultura dell’accoglienza turistica”. Così l’assessore regionale allo Sport, Guido Liris sull’accordo, illustrato oggi a Napoli, che porterà la squadra di calcio partenopea a effettuare il ritiro pre-campionato a Castel di Sangro, per i prossimi sei anni, rinnovabili per altri sei.

“Siamo orgogliosi di poter ospitare il Napoli calcio, una delle società più importanti e seguite nel panorama internazionale – ha aggiunto Liris -. L’operazione rientra nella strategia della Regione di promozione dei grandi eventi. Riteniamo che sia questa la strada da seguire per stimolare lo sviluppo turistico legato allo sport e sostenere l’indotto socio-economico. In questo modo alzeremo l’asticella della nostra offerta per l’accoglienza. Anche grazie alla collaborazione con il presidente federale, Gabriele Gravina, cercheremo di fare del calcio e dello sport in genere un veicolo importante per far conoscere la bellezza della nostra regione e l’importanza delle strutture. Sport come veicolo di educazione, moralizzazione – ha concluso -, ma anche come investimento turistico e ammortizzatore sociale in questo momento di difficoltà dovuta alla pandemia”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»