Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vitalizi, Salvini: “Chi avrà la faccia tosta di fare ricorso?”. Ilona Staller è la prima

ROMA - Ieri l'’Ufficio di presidenza di Montecitorio ha approvato la delibera che abolisce i vitalizi per gli ex deputati. "Un
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ieri l’’Ufficio di presidenza di Montecitorio ha approvato la delibera che abolisce i vitalizi per gli ex deputati. “Un sogno che si avvera” per il Movimento Cinque Stelle, da sempre impegnato in questa battaglia, che ieri ha festeggiato in piazza Montecitorio con canti, sorrisi e palloncini grigi e gialli che formavano la scritta “bye bye vitalizi”. A favore della delibera anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini che intervenendo a RTL 102.5 ha dichiarato: “Il taglio ai vitalizi è una vittoria del governo e della maggioranza. Detto, fatto. Era previsto dal contratto. Per anni dicevano che non si poteva fare, e invece…Se qualcuno avrà la faccia tosta di fare il ricorso lo invito a vedere gli italiani davanti le mense che fanno la fila per aver pane e pasta”.

E la risposta per il vicepremier, che si chiedeva chi sarebbe stata la prima persona a fare questo passo, non è tardata a giungere. L’ex stella del cinema a luci rosse Ilona Staller (in arte Cicciolina), ha dichiarato tramite il suo avvocato, di voler ricorrere in appello contro la delibera approvata dall’Ufficio di presidenza della Camera.

“Ilona Staller fa ricorso contro il taglio al vitalizio. E’ stato violentato ogni valore etico della politica e rappresenta un’offesa alla dignità. E’ una decisione illegittima che aumenta le disuguaglianze, la pensione è ricalcolata in base al criterio contributivo per i deputati ma non per i senatori e i consiglieri regionali”. E’ l’annuncio di Luca Di Carlo, legale dell’ex deputata al Parlamento italiano. Di Carlo, divenuto famoso con l’appellativo di ‘Avvocato del diavolo’, è stato al fianco di Ilona Staller contro gli avvocati dell’ex marito, l’artista americano Jeff Koons, e ha avuto la vittoria nel processo di diritto internazionale penale di Ilona Staller, che fu anche assolta dalla Corte d’Appello di Roma dalle accuse di avere impedito all’ex coniuge di incontrare il figlio, e avuto la vittoria processuale anche sulla richiesta risarcitoria milionaria promossa da Jeff Koons nel 2008, chiudendo così definitivamente la storica battaglia legale del rapimento del minore dagli Stati Uniti. Ilona Staller ha quindi realizzato un dipinto dal titolo ‘L’angelo e il Diavolo’ che ritrae lei – ‘l’angelo’ – salvata dall’avvocato Di Carlo – ‘il diavolo’ -, opera che è stata esposta anche in Agora Gallery a New York

VITALIZI, ILONA STALLER QUERELA DI MAIO E SALVINI 

Ilona Staller ha deciso di querelare Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Se ne occupera’ il suo legale, Luca Di Carlo – ‘L’avvocato del diavolo’ – che segue le vicende dell’ex parlamentare, anche per il taglio del vitalizio. Le affermazioni dei due vicepremier ‘incriminate’ sono “I vitalizi non sono diritti acquisiti, ma privilegi rubati” (Di Maio) e “Vorrei vederli in faccia. Si vergognassero queste persone senza pudore e senza dignita’ che hanno portato a casa migliaia di euro a sbafo per troppi anni” e “una quantita’ di parassiti che hanno pensioni straordinarie, sono soldi contro la poverta’” (Salvini). Per l’avvocato Di Carlo, invece, queste affermazioni sono “una volgarita’ contro le donne, contro gli uomini e contro la politica, umiliata da esseri che non hanno rispetto dei valori profondi e supremi. È la riduzione in schiavitu’ dei valori fondamentali dello Stato italiano”.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»