Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Da Boehringer Ingelheim orti aziendali come benefit ai dipendenti

ROMA - Orti collettivi, scolastici, condominiali, la buona pratica del
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

verdura_ortiROMA – Orti collettivi, scolastici, condominiali, la buona pratica del coltivare insieme ha contagiato da qualche tempo anche le aziende e sono sempre di più le realtà imprenditoriali che decidono di realizzare al loro interno un piccolo orto in cui i dipendenti possono coltivare le verdure durante le pause del lavoro. Il fenomeno è in costante crescita non solo all’estero, dove hanno un orto colossi come Google, Yahoo e Timberland, ma anche in Italia dove frutta e verdura si coltivano ormai all’interno di diverse aziende. Secondo un’indagine di Coldiretti/Censis, l’orto è diventato un sano passatempo per oltre 20 milioni di italiani. Così le grandi aziende rivolgono sempre più l’attenzione verso il mondo green, contribuiscono a tutelare l’ambiente e dimostrano concretamente la responsabilità sociale aziendale. I vantaggi per i dipendenti sono molteplici perché lavorare nell’orto abbassa i livelli di stress dovuti ai ritmi lavorativi, dà energia e sembra favorire i rapporti tra colleghi.

È recente il debutto del Corporate Garden nella sede milanese dell’azienda farmaceutica Boehringer Ingelheim, dove i giardinieri di Cascina Biblioteca, cooperativa sociale aderente alla rete Cooption hanno trapiantato basilico, melanzane, zucchine, pomodori e seminato fagioli in appositi contenitori posizionati negli spazi esterni e ora affidati alle cure dei dipendenti. Una delle tante iniziative di un progetto più ampio, avviato dall’azienda, volto a rendere sempre più partecipi i dipendenti nella cura della loro sede lavorativa ma anche artefici nella creazione di un ambiente di lavoro sempre più a misura di coloro che ogni giorno lo vivono. Un impegno di responsabilità sociale rivolto ai propri dipendenti e alla comunità nella quale l’azienda opera. Da anni, infatti, Boehringer Ingelheim affida la cura delle proprie aree verdi alla cooperativa Cascina Biblioteca, un’importante realtà sociale per l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità, che collabora con Spazio Aperto, società cooperativa, gestore dei servizi global service aziendali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»