hamburger menu

Genova, Bucci festeggia la conferma al primo turno: “Da domani si ricomincia a lavorare”

Il sindaco uscente resterà a Tursi altri cinque anni: "Voglio ringraziare chi ha avuto fiducia in me, i genovesi vogliono una città internazionale"

marco_bucci_genova

GENOVA – Non c’è l’euforia della prima volta, ma l’entusiasmo è comunque tanto. Il sindaco di Genova Marco Bucci festeggia la sua riconferma a Tursi con una passeggiata dal point elettorale in Piccapietra alla sede del Comune di via Garibaldi. Stesso tragitto di cinque anni fa, anche se questa volta non ci sono i bandieroni bianchi crociati di rosso, simbolo della città. Al suo fianco, il governatore Giovanni Toti, il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Matteo Rosso, il commissario della Lega, Edoardo Rixi, e tanti candidati in attesa di sapere se sono entrati in Consiglio comunale.

“È una bella giornata, un risultato di cui siamo tutti contenti – commenta Bucci – Voglio ringraziare i genovesi che hanno avuto fiducia in me e ribadire che farò il possibile per essere il sindaco di tutti, indipendentemente da chi hanno votato e se sono andati a votare”. E sull’affluenza che si è fermata al 44%, Bucci spiega: “L’astensione è un problema ma non mi preoccupa più di tanto. Siamo al 44% di affluenza, ma gli Usa da tantissimi anni sono al 45%. Faremo tutto il possibile per recuperare le persone al voto perché più persone votano meglio è, ma non bisogna stracciarsi le vesti. I voti sono sempre validi, quantunque siano”.

“Penso che sia importante ricordre che domani si ricomincia a lavorare perché abbiamo molti fondi da spendere e progetti importanti da portare avanti – prosegue il sindaco – sono contento che si possa lavorare altri cinque anni per la città internazionale che i genovesi vogliono”. Terminata la passeggiata dal point, arriva nella sala stampa allestita dall’amministrazione nel Salone di rappresentanza, scortato da tutti i vertici locali dei partiti di centrodestra che lo sostengono. “I dati sono quasi ultimati – sottolinea – abbiamo vinto le elezioni al primo turno. Sono molto contento: i numeri sono esattamente quelli dei primi sondaggi, il che vuol dire che il sistema è stato confermato. Non ci sono grosse sorprese”.

Poi Bucci ribadisce i prossimi passi: “Entro il 15 luglio è necessario fare la giunta e il primo consiglio comunale per far ripartire il sistema“. Chiara anche la linea da cui ripartire: “La metropolitana è il progetto numero uno, su cui si sta già lavorando“. E, poi, “lotta alla burocrazia e manutenzioni, su cui investiremo 200 milioni all’anno, un miliardo nei prossimi cinque anni. Ed essendo i piccoli bandi di importi contenuti, avranno anche una ricaduta occupazionale in città”.

Bucci si dice “contento che Ariel (Dello Strologo, ndr) mi abbia telefonato circa mezz’ora fa e mi fa molto piacere che abbia detto che farà un’opposizione seria e costruttiva perché in questi cinque anni ho avuto un’opposizione strumentale. Andremo a vedere il loro programma per capire se ci sono cose in comune che si possono fare”. Il primo cittadino riconfermato a Tursi annuncia che “la città cambierà molto, dal punto di vista dello sviluppo, dell’economia e del lavoro“.

Il sindaco dice di volere una città “internazionale, in cui sia bello vivere, lavorare, trascorrere tempo libero. Una città dalle pari opportunità per tutti, dove tutti i cittadini e le imprese possano raggiungere i loro obiettivi. Ci tireremo tutti su le maniche, ogni giorni, per aiutare i cittadini a raggiungere i propri obiettivi“. Bucci si dice “convinto che saranno cinque anni di successo per la nostra città, che è incanalata in un percorso di crescita”.

Infine, un ringraziamento a “tutti quelli che hanno lavorato con noi e hanno dimostrato che avere una visione di città è importante: ai cittadini interessano quelli che fanno, meno quelli che parlano. Sono certo che Genova sarà ricordata per quello che ha fatto e per quello che farà”. Chiusura sul suo consenso personale: “La mia lista ha avuto un grande successo, anche se non abbiamo ancora un dato definitivo: vuol dire che Genova ha apprezzato il lavoro della lista civica e delle persone che ci sono”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-13T20:46:51+02:00