Ballico: “Attivate le procedure di acquisizione dell’Igdo al patrimonio comunale di Ciampino”

igdo ciampino
La sindaca fa sapere di sperare in una cessione bonaria da parte della società Incentro Srl, proprietaria dell'opera incompiuta e bombardata nel '43
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – 1991-2021: 30 anni di parole senza una concreta visione che potesse donare ai cittadini un vero centro della città ed offrire servizi e spazi pubblici alla comunità. È la storia dell’opera incompiuta e bombardata dal ‘43 nel cuore di Ciampino.

“Abbiamo deciso- dichiara Daniela Ballico, sindaco di Ciampino– di mettere in campo ogni tentativo per acquisire l’IGDO al patrimonio comunale. Ponendo rimedio al gravissimo errore di non esercitare il diritto di prelazione all’asta di aggiudicazione, commesso quattro anni e mezzo or sono, nonostante i cittadini, a gran voce lo chiedessero. Non voglio attribuire responsabilità politiche generalizzate, ma certamente gli amministratori di questa città che non hanno fatto il loro dovere, ossia quello che stiamo provando a fare noi, portano il peso di quegli errori. Non bastano scuse sommarie e imprecise, ancorché pubblicamente esposte in Consiglio Comunale, rispetto a così gravi errori del passato. Con atto ufficiale, questa mattina, abbiamo di fatto attivato le procedure di acquisizione dell’IGDO”.

Prosegue Ballico: “Auspico davvero che si possa arrivare ad una cessione bonaria da parte della società Incentro Srl proprietaria dell’immobile. Inizia da oggi un percorso virtuoso e partecipato, che porterà, ad esempio, alla realizzazione del nuovo Municipio, della piazza cittadina, di tantissimi servizi alla persona in un progetto di grande qualità costruito rigorosamente insieme al MISE e al Ministero dei Beni Culturali. Auspichiamo inoltre che la Regione Lazio sia, insieme a noi, parte di questo grande progetto di rigenerazione urbana.

Potranno essere attivati anche sistemi di partenariato pubblico-privato, ma per la prima volta, saranno guidati- ha concluso- in modo perentorio, dalle scelte dell’Amministrazione comunale, perché Ciampino merita di più”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»