fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 13 maggio 2020

SILVIA ‘NEO-TERRORISTA’, PAROLE SHOCK ALLA CAMERA Silvia Romano “neo terrorista”. Le parole di Alessandro Pagano, deputato siciliano della Lega, pronunciate alla Camera, indignano la politica. Pd, Italia Viva, Leu e M5s intervengono in difesa della cooperante rapita parlando di “calunnie inaccettabili” e di “insulti vergognosi”. Per Matteo Salvini “il problema non è Silvia Romano, ma l’Islam fanatico”. Roberto Fico sottolinea che quelle usate dal deputato leghista sono “parole d’odio inaccettabili”. Tuona il ministro degli Esteri Di Maio: con gli insulti nelle aule del parlamento “oggi si è superato ogni limite”.

ECCO IL DL RILANCIO, 55 MILIARDI PER L’ECONOMIA

Il governo vara il decreto rilancio, dopo l’accordo sui migranti. Passa nella notte la norma sulla regolarizzazione dei rapporti di lavoro, ma si esclude la sanatoria nei confronti dei datori di lavoro e si prevedono pene doppie per chi sfrutta il lavoro nero. Anche i migranti che ne faranno richiesta dovranno dimostrare di aver avuto un rapporto di lavoro in Italia, non bastera’ trovarsi sul territorio nazionale. In serata il consiglio dei ministri sulla norma che immette nell’economia nazionale 55 miliardi. Molto attesi gli aiuti alle imprese, e i fondi per la cassa integrazione in deroga. Cambia il limite per il bonus vacanze: potranno richiederlo le famiglie fino a 40mila euro di reddito Isee.

GAGLIARDI: TROPPO POCO, SERVIVA ALTRO

“Un decreto scarno. Serviva altro per rilanciare l’economia”. E’ negativo il giudizio di Manuela Gagliardi, deputata di Cambiamo! sulla norma con cui il governo intende aiutare famiglie, lavoratori e inmprese. Per la deputata non ci sono le risposte attese, anche dagli enti locali che devono erogare servizi avendo le casse vuote, visto che in questo momento le tasse non vengono riscosse. La parlamentare ligure mostra particolare preoccupazione per il turismo. “Bonus e prestiti non raggiungono l’obiettivo”, spiega. “Le aziende turistiche sono in ginocchio, hanno bisogno di liquidita’ a fondo perduto”.

IL VIRUS FIACCA LA LEGA, CARROCCIO IN PICCHIATA

Effetto Covid sui partiti. In poco più di due mesi contraddistinti dal coronavirus è cambiato il consenso degli italiani nei confronti dei partiti di maggioranza e opposizione. A pagare il prezzo più caro è la Lega, passata da oltre 30 punti al 26,7% attuale. Un calo che permette al Pd, ora al 20%, di avvicinarsi, e al M5S, compreso in una forbice tra il 14% e il 18%, di tornare a respirare. Salvini perde ma la Meloni guadagna, in pochi mesi Fratelli d’Italia passa infatti dal 10% al 14%. Stabile Forza Italia attorno al 7%, mentre Italia Viva di Renzi scende sotto al 4%.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

13 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»