VIDEO | Fondazioni filantropiche, 710 milioni e 850 iniziative per il post Covid

Carola Carazzone (segretaria generale Assifero): "Noi importanti per il futuro dell'Italia"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Credo sia limitante la percezione che si ha in Italia delle Fondazioni filantropiche, solo come bancomat per progetti da presentare ‘ben infiocchettati’. Penso che gli enti filantropici abbiano invece un ruolo importante nel futuro del nostro Paese, sia nella rinascita dopo il Covid, che anche nel medio e lungo periodo”. A presentare le “110 Fondazioni di famiglia, impresa e comunita’ e altri enti di diritto privato, fondati nel ‘500 o nel ‘600 da famiglie nobiliari” che costituiscono il mondo di Assifero, che ne e’ l’associazione di riferimento, e’ Carola Carazzone, segretaria generale dal 2015.

Intervistata dall’agenzia Dire, ha presentato il valore degli Enti filantropici, diversi “dalla donazione sporadica una tantum” e anche l’impatto virtuoso delle azioni che promuovono con un obiettivo di “lungo periodo: mettono risorse private nel sistema- ha ribadito- invece di acquistare l’ennesimo bene. Non sono donatori pubblici” e questo consente loro di “agire in liberta’, senza dover seguire bandi e processi burocratici, sono svincolati da esigenze politiche, hanno agilita’” e questo contribuisce a dare “qualita’” alle azioni messe in campo, il valore non e’ solo dato dalla “quantita’ delle risorse”.

“Innestare valori nel sistema Paese, quello che chiamiamo ‘continuum di capitali’- ha chiarito la segretaria generale di Assifero- e’ stata anche la risposta immediata che e’ arrivata per la crisi da Covid. Abbiamo mappato 850 iniziative per 710 milioni di euro. Avevamo lanciato il 13 marzo una ‘call to action’ alle Fondazioni per sostenere il Terzo settore, e con il partner ‘Italia no profit’ abbiamo realizzato un portale che ha messo insieme le risposte filantropiche delle ultime 11 settimane, da aziende, fondazioni e privati che hanno donato complessivamente almeno 100mila euro”. Gli aiuti sono andati per “Terzo settore, enti locali, Protezione civile e ospedali”. Quanto alla fotografia di genere di Assifero, Carola Carazzone ha ricordato di essere “la prima segretaria generale”. A tal proposito “speriamo- ha aggiunto- di poter riprendere da settembre l’indagine proposta all’Universita’ Bocconi sui board delle fondazioni filantropiche per genere o presenza di giovani. Il nostro Paese- ha concluso- e’ sempre in ritardo su leadership ed executive team a predominanza femminile”.

LE RISPOSTE DELLA FILANTROPIA AL COVID19

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»