Caporalato, Camusso: “Subito un Ddl per evitare un’estate drammatica”

ROMA - Al governo e Parlamento la Cgil chiede l'approvazione rapida del ddl contro il caporalato all'esame del
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Al governo e Parlamento la Cgil chiede l’approvazione rapida del ddl contro il caporalato all’esame del Senato. “Chiediamo quello che chiediamo da anni e che era stato promesso l’estate scorsa cioè che la campagna di raccolta possa iniziare con le nuove norme”, sottolinea la leader Susanna Camusso, a margine della presentazione del terzo rapporto sul tema della Flai.

I tempi del disegno di legge sono troppo lunghi. Abbiamo visto- osserva- per tanti provvedimenti scegliere la via della emergenza. Vorremo che si scegliesse anche in questo caso per non avere un’altra estate drammatica”. Il sindacato chiede poi che nel ddl ci siano “maggiori certezze” sulla applicazione del contratto nazionale di lavoro “che deve essere in vincolo, per contrastare il caporalato ma anche il lavoro nero”, conclude Camusso. La segretaria generale della Flai, Ivana Galli, avverte: “Se il ddl non verrà approvato con le correzioni che abbiamo chiesto torneremo in piazza unitariamente”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»