Eni, sindacati in piazza contro la cessione di Versalis

"Siamo sempre piu' costernati per questa trattativa con un'azienda nota per i suoi paradisi fiscali", spiega la leader della Cgil Susanna Camusso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

camussoROMA  – Continua la mobilitazione dei sindacati, che hanno indetto anche per oggi uno sciopero di 8 ore per protestare contro la cessione di Versalis, di Eni, al gruppo americano Sk Capital. Per l’occasione anche una manifestazione a Roma, davanti al Pantheon, con tutte le sigle sindacali riunite.

“Insistiamo con la nostra preoccupazione: e’ in corso una trasformazione dell’Eni, che sta abbandonando le sue attivita’ industriali in Italia”, dice Susanna Camusso, segretario generale Cgil, in piazza al Pantheon. “E’ una vertenza infinita- spiega- perche’ per mesi il governo e’ stato silente e non e’ mai intervenuto. Siamo sempre piu’ costernati per questa trattativa con un’azienda nota per i suoi paradisi fiscali”. SK Capital, di fatto, gode “di scarsa credibilita’. La scelta di Eni sta facenDo perdere la chimica italiana”, termina.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»