Regioni ipotizzano parametri per le riaperture: sì a cene al ristorante ma solo all’aperto

ristorante_lockdown_zona_rossa
Un coordinamento guidato dal Veneto e composto da rappresentanti di Lombardia, Toscana, Campania ed Emilia-Romagna sta lavorando ad un documento da presentare all'incontro Stato-Regioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le richieste per le riaperture delle attività produttive a maggio si fanno sempre più insistenti e nuovi parametri sono allo studio delle Regioni. In particolare, un coordinamento di 5 regioni e guidato dal Veneto sta elaborando in queste ore un documento da far votare alla Conferenza delle Regioni prevista per giovedì, per poi presentarlo a seguire alla Stato-Regioni. Il gruppo di lavoro è formato dai rappresentanti della Lombardia, della Toscana, della Campania e dell’Emilia-Romagna, oltre che del Veneto. Tra le ipotesi, l’obbligo di posti all’aperto per le aperture serali dei ristoranti e il numero di somministrazioni come nuovo parametro per le varie fasce, qualora queste ultime venissero mantenute.

LEGGI ANCHE: Covid, Gelmini: “Maggio sarà il mese delle riaperture. De Luca? Saremo inflessibili”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»