Your monthly usage limit has been reached. Please upgrade your Subscription Plan.

Italia
°C

Covid, Gelmini: “Maggio sarà il mese delle riaperture. De Luca? Saremo inflessibili”

mariastella gelmini
La ministra degli Affari regionali: "Sospensione J&J? Film già visto con Astrazeneca"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Vogliamo correre verso 500mila vaccinazioni al giorno, che a fine aprile con le nuove consegne saremo in grado di garantire. Maggio sarà il mese delle riaperture di tutte le attività economiche. Non dobbiamo deragliare all’ultimo miglio e non dobbiamo essere troppo pessimisti, dobbiamo essere fiduciosi. Tutti i ministeri sono al lavoro per i protocolli per far ripartire anche gli eventi, le fiere e il turismo”. Lo ha detto la ministra degli Affari regionali, Mariastella Gelmini ai microfoni di Tgcom 24.

“DE LUCA? REGOLE SIANO RISPETTATE DA TUTTI, SAREMO INFLESSIBILI”

“De Luca? Siamo un Governo di unità nazionale, nato per rispondere a un’emergenza. La scelta che il Governo ha fatto è di definire le priorità per le vaccinazioni che devono essere seguite da tutti e su questo saremo inflessibili. Le regole devono essere rispettate da tutti e dobbiamo lasciare fuori le polemiche che non ci fanno fare passi avanti. In conferenza delle Regioni tuttavia mi pare che tutti gli amministratori abbiano un atteggiamento molto pragmatico”, aggiunge Gelmini.

LEGGI ANCHE: Covid, Draghi ferma i governatori ribelli: “Nessuna eccezione sui vaccini”

“SOSPENSIONE J&J FILM GIÀ VISTO, NON ALLARMIAMOCI”

La sospensione di Johnson & Johnson negli Usa è un film già visto con Astrazeneca, ma ribadisco che i vaccini sono sicuri. Non dobbiamo allarmarci, i casi di trombosi sono numericamente inferiori a quelli di Astrazeneca e il fatto che ci sia una sospensione non vuol dire che il vaccino non sia sicuro ma che ci sia una grande trasparenza e sorveglianza in merito. Oggi il vero pericolo è non fare i vaccini. Nel pomeriggio ci sarà un incontro tra ministeri europei della Salute ma sono convinta che J&J sarà riconosciuto come un vaccino sicuro. Dobbiamo correre per raggingere l’immunità di gregge, dall’11 al 22 aprile sono previste consegne per 4,2 milioni di dosi, più altre 4 milioni nei giorni a seguire”, ha concluso Gelmini.

LEGGI ANCHE: Gli Usa chiedono la sospensione del vaccino Johnson&Johnson per cautela

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»