Vaccino, nel Lazio parte la sperimentazione per Sputnik V: accordo Spallanzani-Gamaleya Mosca

vaccino sputnik
La ricerca finalizzata a testare l'efficacia del vaccino sulle varianti e l'interazione con gli altri vaccini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Questa mattina all’Istituto Spallanzani di Roma è stato sottoscritto un memorandum tra l’Istituto, la Regione Lazio e l’Istituto Gamaleya di Mosca per la cooperazione in ambito scientifico sul vaccino Sputnik V. A presentare l’accordo il direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani, Francesco Vaia, il direttore scientifico Giuseppe Ippolito e l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Saranno due le direttrici dello studio sullo Sputnik V non appena ci sarà l’ok di Aifa: da una parte si approfondirà l’efficacia del vaccino russo sulle varianti; dall’altra verrà avviata una sperimentazione su 600 volontari che hanno già avuto la prima dose di vaccino con astrazeneca ai quali verrà somministrata la seconda dose di altri vaccini, ovvero Pfizer, Moderna e Sputnik.

Gli scienziati russi che hanno sviluppato il vaccino Sputnik V saranno a Roma, allo Spallanzani, per l’avvio della collaborazione sulla sperimentazione dell’efficacia del prodotto rispetto alle varianti. Oltre alla visita dei ricercatori, l’Istituto Gamaleya invierà presto le dosi e il materiale biologico.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»